milanodabere.it

Di Morti e di Fanciulle. Il mito prende vita

Evento terminato

Il 2 dicembre al Teatro Ariberto il classico rivive sulla scena con lo spettacolo Di Morti e di Fanciulle. Il mito prende vita. La Compagnia Teatresca rilegge l'Orestea, trilogia di Eschilo, cogliendone il valore universale. Una riflessione sulla ciclità della storia che, alla luce degli studi junghiani sull'archetipo, consente di ambientare i tre drammi in diverse epoche storiche e di spiegare i passaggi da monarchia a dittatura e da dittatura a repubblica. È così che l'Agamennone diventa la narrazione dell'ascesa al potere di Anna Bolena nell'Inghilterra del XVI secolo, le Coefore si trasforma nel racconto del disertore Oreste che rovescia il regime di Clitennestra in un ipotetico dopoguerra, le Eumenidi descrive un futuro ideale, in una società abitata da Dei, Furie e Fantasmi.

Informazioni
331 2398638
Dal: 02/12/2011 al: 02/12/2011
Ticinese
Via Daniele Crespi, 9 - Milano
n.p.
Ore 21
Mappa