Delitto e Castigo al Franco Parenti

Delitto/Castigo in scena al Franco Parenti

Evento terminato

Delitto/Castigo di Sergio Rubini mette in scena l’opera di Dostoevskij al Teatro Franco Parenti

Delitto/Castigo è l’adattamento teatrale di una delle opere più amate e appassionanti di Dostoevskij, in scena al Teatro Franco Parenti  dal 19 al 24 febbraio. In scena il tormento di Rodiòn Romànovic Raskòl’nikov, un giovane disperato e portato al lastrico dai debiti, che uccide una vecchia e meschina usuraia. In una partitura a due voci, quelle di Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini (che ne cura anche la regia), l’opera trasmette allo spettatore il conflitto interiore del protagonista. Una lotta con la sua coscienza generata dal delitto commesso che, inconsciamente, innesca in lui una scissione, uno sdoppiamento.

Scopri QUI gli spettacoli in scena a Milano

Delitto/Castigo a teatro con Lo Cascio e Rubini

Da una parte c’è il rifiuto del rimorso: il protagonista vuole dimostrare a se stesso di appartenere alla categoria degli uomini potenti e rivoluzionari, autorizzati a vivere e agire al di sopra della legge comune, in nome del bene collettivo. Tenta di convincersi che l’omicidio della vecchia usuraia, essere maligno e ingiusto, non sia condannabile né penalmente, né moralmente. Continua a ripetersi che il suo gesto ha posto fine ai supplizi di molti poveri creditori e non dovrebbe procurargli alcun pentimento. Dovrebbe considerarlo, piuttosto, come la dimostrazione della sua appartenenza ad una categoria superiore, quella degli uomini “napoleonici”.

Dall’altra parte, lentamente, affiora in lui la consapevolezza di non riuscire a sfuggire ai sensi di colpa, al terrore di essere scoperto, alla paura e alla necessità di essere punito. Si lascia andare alla rassegnazione di essere un “pidocchio”. Un uomo comune e, per questo, di meritare un castigo adeguato.

Delitto e castigo
Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini in scena al Parenti – foto di Serena Pea

L’opera di Dostoevskij raccontata a due voci

I ragionamenti introspettivi degli attori esprimono vertigine e sconforto e non permettono al protagonista dell’opera di Dostoevskij di trovare pace. Il disagio di commettere il delitto e poi rendersi conto di aver creato una vertigine ancora più grande.

Pensieri che, continuamente, interrompono la realtà del protagonista creando un binomio inscindibile tra la mente che giustifica il delitto e la morale che richiede il castigo. È proprio questa natura bitonale intrinseca all’opera letteraria che porta il regista Sergio Rubini a scegliere la lettura a due voci. Appuntamento al Franco Parenti dal 19 al 24 febbraio.

Scopri anche: 

Sogno di una notte di mezza estate al Pime 
La Divina Commedia Opera Musical al Ciak

Informazioni
+39 0259995206
Visita il sito web
Dal: 19/02/2019 al: 24/02/2019
Porta Romana
Teatro Franco Parenti, luogo di sperimentazione culturale dal 1972
Via Pier Lombardo 14 - Milano
Medio
Martedì e venerdì ore 20:00; mercoledì ore 19:45; giovedì ore 21:00; sabato ore 20:30; domenica ore 16:15
Email
Dove
Teatro Franco Parenti, luogo di sperimentazione culturale dal 1972
Teatro Franco Parenti: una teatralità tutta nuova. Luogo di sperimentazione culturale dai tempi del Salone Pier Lombardo, fino a oggi
Mappa