De Pisis al Museo del Novecento

De Pisis al Museo del Novecento: la sensibilità pittorica dell’artista ferrarese e le sue opere a cavallo tra le due guerre

L’arte di Filippo De Pisis arriva al Museo del Novecento dal 4 ottobre all’1 marzo. La mostra mira a restituire l’acuta sensibilità pittorica dell’artista ferrarese e ad approfondire la sua attività artistica a cavallo tra le due guerre.

L’esposizione, prodotta dal Comune di Milano e dalla casa editrice Electa, vanta il sostegno diretto dell’associazione a nome dell’artista. Curata da Pier Giovanni Castagnoli e Danka Giacon, la mostra presenta un continuo gioco di rimandi tra parola e colore. Il talento di De Pisis, difatti, è versatile e si fonda sulla costante sperimentazione poetica e pittorica.


L’iniziativa è uno step importante per “L’indagine appassionante che il Museo del Novecento conduce sulle figure più significative della storia dell’arte del Novecento italiano. – come afferma l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno. E continua – Un tempo fertilissimo, in cui Milano è stata centro nevralgico di talento e creatività.”

Chi è De Pisis

Dall’incredibile varietà di soggetti, ritratti con minuzia e in maniera del tutto personale, alla capacità di catturare il più insignificante dettaglio e renderlo fulcro di un intero universo. De Pisis colpisce per l’innata abilità nel coniugare talento, originalità e ricchezza intellettuale. (Anna Maria Montaldo, Direttrice del Museo del Novecento).

Filippo De Pisis, difatti, è una figura carismatica e di grande rilievo nel Novecento Italiano. Viaggiatore instancabile e “visitatore” di luoghi e movimenti pittorici, a cui però non si concede mai interamente. Questa sua tendenza ad abbracciare paesaggi e suggestioni sempre differenti gli permette di sperimentare soggetti a loro volta diversi. Nature morte, ritratti, vedute cittadine e paesaggi naturali che, però, reinterpreta sempre alla luce del suo stile personale.

Viene ricordato come figura di spicco nell’orizzonte artistico anche per quanto riguarda la pittura a cavallo tra le due guerre, riuscendo a farsi portavoce di quel periodo storico contorto, ma ricco di stimoli.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il progetto di allestimento: la luce dello spazio e del colore

L’esposizione è suddivisa in 10 sale e presenta circa un centinaio dei dipinti più “lirici” di De Pisis. Il percorso proposto è di tipo cronologico e inizia dall’esordio dell’artista nel 1916 con il suo avvicinamento alla pittura metafisica di De Chirico, per arrivare all’inizio degli anni ’50 che vedono il pittore rinchiuso in una clinica psichiatrica.

Nell’indagine retrospettiva effettuata dal Museo del Novecento sull’artista si evince che la luce gioca un ruolo fondamentale nella lettura delle sue opere. L’armonia che caratterizza i quadri di De Pisis dipende, infatti, dagli accostamenti dei colori messi in tela dall’artista che riescono a cogliere l’atmosfera delle cose che raffigura. Le tonalità variano a seconda delle circostanze e la luce cambia il modo di interpretarle.

È sulla base di queste premesse che tutte le pareti allestite sono dotate di un basso zoccolo come piano lettura per le didascalie dei quadri. Questo piano basso è più carico del colore delle pareti, proprio per sottolinearne la vicinanza con il suolo dove poggiano i nostri piedi, a differenza delle pagine espositive con le opere che scorrono davanti ai nostri occhi. La luce pacata, infine, mette in risalto le opere e non ne altera il colore. Quella che il Museo del Novecento dedica a Filippo De Pisis non è solo un’esposizione di quadri. È una vera propria esperienza artistica, in cui è evidente lo studio dell’ambiente dal punto di vista cromatico e spaziale per godere la sua arte al meglio.

Per ulteriori informazioni consultare il sito.

Scoprite QUI tutte le mostre da non perdere a Milano

Informazioni
+39 0288444061
Visita il sito web
Dal: 04/10/2019 al: 01/03/2020
Centro
Museo del Novecento, Palazzo dell’Arengario
Piazza del Duomo, 8 - Milano
Economico
Lunedì dalle 14.30 alle 19.30; mar, mer, ven, dom dalle 9.30 alle 19.30; giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30
Email
Dove
Museo del Novecento, Palazzo dell'Arengario
Il Museo del Novecento, all’interno del Palazzo dell’Arengario in piazza del Duomo, ospita una collezione dedicata al Secolo breve Progettato da Italo Rota e da Fabio Fornasari, il Museo del Novecento ha sede...
Mappa