Dan Flavin, la mostra alla Galleria Cardi

Dan Flavin: in mostra i neon dell’artista americano

Milano omaggia l’artista americano Dan Flavin, conosciuto per le sue installazioni realizzate con lampade al neon, con una mostra personale alla Galleria Cardi

Dal 20 febbraio al 28 giugno la Galleria Cardi presenta la mostra Dan Flavin, dedicata al leggendario artista minimalista americano. La personale è organizzata in collaborazione con l’Estate di Dan Flavin ed è accompagnata da un catalogo illustrato che include un saggio del critico d’arte Germano Celant.

L’artista americano Dan Flavin (1933-1996) è riconosciuto a livello internazionale per le sue installazioni realizzate con lampade fluorescenti. Iniziò a incorporare le luci al neon nei suoi lavori all’inizio degli anni ’60, quando realizzò la sua prima serie di opere luminose intitolata Icons. Nel corso della sua carriera è stato riconosciuto come uno dei principali riferimenti del minimalismo americano. Annoverato insieme ad artisti come Sol LeWitt, Robert Mangold e Robert Ryman.

Scopri QUI tutte le mostre a Milano

Dan Flavin, artista della luce

Nell’estate del 1961, mentre lavorava come guardia presso l’American Museum of Natural History di New York, Dan Flavin iniziò a realizzare schizzi per sculture che incorporavano luci elettriche. Più tardi quello stesso anno, tradusse i suoi schizzi in assemblaggi, che chiamò icone. Nel 1963 iniziò a lavorare con le lampade fluorescenti e pochi anni dopo espanse le sue sculture ad ambienti grandi, come spazi e gallerie.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I neon di Flavin illuminano Milano

La personale alla Cardi Gallery presenta quattordici opere luminose realizzate da Dan Flavin dalla fine degli anni ’60 agli anni ’90. Mostrano l’evoluzione di oltre quattro decenni delle ricerche che l’artista condusse sulle nozioni di colore, luce e spazio. Flavin negava che le sue installazioni avessero alcun tipo di dimensione trascendente o simbolica. Affermava infatti: “È quello che è e non è nient’altro“. Usando la luce come mezzo, è stato in grado di ridefinire il modo in cui percepiamo lo spazio pittorico e scultoreo.

A Milano l’artista è una celebrità. La sua installazione permanente Untitled illumina, infatti, la parrocchia di Santa Maria Annunciata in Chiesa Rossa. Si tratta dell’ultima opera realizzata da Dan Flavin prima della sua morte, nel 1996. Fu installata l’anno successivo nella chiesa milanese grazie alla Dia Art Foundation di New York e della Fondazione Prada.

Scopri anche:
ICA Milano: nuovo spazio per le arti
Miart 2019, dal 5 al 7 aprile
Aprirà nel 2020 il Museo del design Compasso d’Oro

Informazioni
+39 0245478189
Visita il sito web
Dal: 20/02/2019 al: 28/06/2019
Porta Garibaldi
Corso di Porta Nuova, 38 - Milano
Gratis
Da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 19.00; sabato su prenotazione; chiuso domenica
Email