Collezione Thannhauser, dal Guggenheim a Milano

La stagione degli eventi culturali milanesi presenta da ottobre a Palazzo Reale la mostra Guggenheim. La Collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso. Si tratta di una delle più importanti testimonianze di arte delle avanguardie del primo ‘900, parte della collezione permanente del museo Guggenheim di New York

Dal 17 ottobre all’8 marzo 2020, Palazzo Reale ospita la mostra Guggenheim. La Collezione Thannhauser, da Van Gogh a Picasso. Presenta 50 capolavori della famosa collezione costituita da uno dei più importanti mercanti d’arte europei di inizio Novecento, Heinrich Thannhauser con il figlio Justin. E dal 1965 parte della collezione permanente del museo Guggenheim di New York.

L’esposizione è promossa e prodotta dal Comune di Milano Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira. Permette di ammirare opere mai uscite prima dagli USA di maestri assoluti, impressionisti e artisti delle avanguardie del ‘900. Come Paul Cézanne, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas, Paul Gauguin. E poi, Edouard Manet, Claude Monet, Vincent van Gogh e un nucleo importante di opere di Pablo Picasso.

Scopri QUI tutte le mostre a Milano

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dal Guggenheim di New York a Palazzo Reale

È la prima volta che i capolavori della Collezione Thannhauser arrivano in Europa. Dopo la prima tappa al Guggenheim di Bilbao, lo scorso anno, e la seconda all’Hotel de Caumont di Aix-en-Provence, Palazzo Reale rappresenta, infatti, la tappa conclusiva della mostra itinerante. Dopo la quale le opere ritorneranno nella loro sede newyorkese, al Guggenheim Museum.

Le opere della collezione Thannhauser in mostra

L’esposizione milanese è curata da Megan Fontanella, conservatrice di arte moderna al Guggenheim. Racconta la storia della collezione che negli anni Heinrich Thannhauser costruì con il figlio Justin e la seconda moglie Hilde. Per poi donarla, nel 1965, alla Fondazione Solomon R. Guggenheim dove da allora conserva una sezione espositiva dedicata.

Tra i quadri e le opere esposte, si possono dunque ammirare i dipinti di Renoir Donna con pappagallino (1871) e Natura morta: fiori (1885). Ed anche sei opere di Cézanne, tra cui Dintorni del Jas de Bouffan (1885-1887) e il magnifico Bibémus (1894-1895). E poi ancora, le sculture in bronzo di Degas Ballerina che avanza con le braccia alzate; Danza spagnola e Donna seduta che si asciuga il lato sinistro. Ma ci sono anche il meraviglioso paesaggio Haere Mai di Gauguin; il dipinto Davanti allo specchio (1876) di Manet e l’iconico Palazzo Ducale visto da San Giorgio Maggiore (1908) di Monet.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Van Gogh e Picasso

La mostra a Palazzo Reale presenta anche le opere di Vincent van Gogh Le viaduc (1887); Paesaggio innevato (1888) e Montagne a Saint-Rémy (1889). Un capitolo a parte è invece dedicato alle opere di Picasso, grande amico di Justin Thannhauser. In mostra sono presenti 13 opere, realizzate dall’artista spagnolo fra il 1900 e il 1965. Si vedono quindi sfilare, fra gli altri, i dipinti Le Moulin de la Galette e Il torero (1900); Donna con i capelli gialli (1931); Natura morta: fruttiera e caraffa (1937) e L’aragosta e il gatto (1965).

La mostra a Palazzo Reale include, inoltre, opere di Henri Rousseau come I giocatori di football (1908), di Kandinsky (Montagna blu, 1908-1909). Ed anche di Paul Klee (Letto di fiori, 1913), di Franz Marc (Mucca gialla, 1911) e di Henri Matisse (Nudo, paesaggio soleggiato del 1909-1912). Sono state scelte dalla Guggenheim Foundation per arricchire l’esposizione milanese.

La Collezione Thannhauser

È la prima volta che, dalla sua donazione al Guggenheim di New York a partire dal 1965, la Collezione Thannhauser esce dalla sua sede permanente per arrivare in Europa e quindi a Milano. La raccolta è una delle più importanti testimonianze di arte impressionista, post-impressionista e delle avanguardie del Novecento. Nata grazie alla passione di uno dei più grandi mercanti d’arte europei, Heinrich Thannhauser (1859-1934). Fondò la sua prima Moderne Galerie a Monaco, nel 1909. Si deve invece al figlio Justin K. Thannhauser (1892-1976) l’apertura delle filiali della galleria a Lucerna (1919) e poi a Berlino (1927). Ospitarono le esibizioni delle principali avanguardie dell’epoca come il gruppo Der Blaue Reiter (Il cavaliere azzurro), formato fra gli altri da Kandinsky e Paul Klee. E poi (nel 1913) una delle prime grandi mostre dedicate a Picasso, e poi anche su Degas, Gauguin, Matisse e Monet.

Costretto a fuggire dalla persecuzione antisemita nazista, Justin lasciò l’Europa per New York. Dove la sua dimora diventò il ritrovo dei maggiori intellettuali e artisti: da Leonard Bernstein a Marcel Duchamp. E poi Arturo Toscanini, Henri Cartier-Bresson, Louise Bourgeois e Jean Renoir. Nel 1965 decise di donare al fondatore del Salomon R. Guggenheim Museum 75 opere della sua collezione (di queste, 30 sono di Picasso). Dopo la sua morte, la collezione del Guggenheim nel 1991 si è arricchita di altre 10 opere, donazione della moglie di Justin Thannhauser.

La mostra a Palazzo Reale è dunque un’occasione unica per ammirare i capolavori dei maestri della pittura europea sinora mai esposti fuori dagli Stati Uniti. Ed anche per ripercorrere l’affascinante storia della famiglia Thannhauser.

Scopri anche:
Preraffaelliti: dalla Tate di Londra a Palazzo Reale
Nando Vigo: Light Project in mostra a Palazzo Reale

Informazioni
+39 0292897755
Visita il sito web
Dal: 17/10/2019 al: 08/03/2020
Duomo
Palazzo Reale Milano
Piazza del Duomo, 12 - Milano
Medio
Lun. dalle 14.30 alle 19.30; mar., mer., ven. e dom. dalle 9.30 alle 19.30; gio. e sab. dalle 9.30 alle 22.30
Dove
Palazzo Reale Milano
All'ombra del Duomo, Palazzo Reale Milano è un luogo consacrato all'Arte e alle sue molteplici declinazioni