Chi ha paura del disegno? Museo del Novecento

Chi ha paura del disegno? al Museo del Novecento

La mostra presenta per la prima volta lavori della Collezione Ramo, una delle maggiori di opere su carta del ‘900. Valorizza la cultura del disegno, presentando artisti come Boccioni, Schifano, Burri

Il Museo del Novecento presenta fino al 24 febbraio 2019 la mostra Chi ha paura del disegno? dedicata alle opere su carta del ‘900 italiano della Collezione Ramo.

Chi ha paura del disegno?

Il titolo della mostra è volutamente provocatorio. Chi ha paura del disegno? ironizza, infatti, sulla mancanza di una cultura dal valore autonomo di quest’arte. Il progetto espositivo, a cura di Irina Zucca Alessandrelli, presenta al pubblico un’ampia selezione di lavori dei più rappresentativi artisti italiani del XX secolo. Provengono dalla Collezione Ramo, una delle maggiori raccolte private di opere su carta del ‘900, iniziata dal mecenate milanese Pino Rabolini.

Scopri QUI tutte le mostre a Milano

La collezione è presentata per la prima volta al pubblico. Espone oltre cento opere di alcuni fra i maggiori protagonisti delle avanguardie storiche, come Boccioni, Schifano, Mondino, Boetti, Fontana. Il percorso si divide in quattro sezioni sotto forma di domande aperte: Astrattismi?, Figurazioni?, Parole + immagini = ?E gli scultori?. Sono le opere stesse a rispondere.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Gli artisti in mostra

La mostra offre così l’occasione di scoprire una nuova lettura di artisti conosciuti soprattutto per la produzione su tela, come Gnoli e Burri. E, per la scultura, Wildt, Marini, Consagra. Si può inoltre ammirare la produzione interessantissima di artisti come Rho e Munari, o quella su carta di artisti noti per le installazioni con materiali poveri come Merz, Kounellis e Calzolari.

Con questa prima presentazione al pubblico della Collezione Ramo, la mostra al museo del Novecento rende omaggio al collezionista Pino Rabolini recentemente scomparso. Grazie al suo mecenatismo è stato possibile restaurare il cartone di Raffaello. Si tratta dell’unico disegno preparatorio di grandi dimensioni rimasto al mondo dell’artista rinascimentale. La Pinacoteca Ambrosiana lo presenterà nella primavera del 2019.

Il disegno è sogno

Ispirandosi al tema della mostra, Virgilio Villoresi ha realizzato la video animazione in carta Sogni di Segni, omaggio onirico alla Collezione Ramo. Presenta il disegno sotto forma di sogno, giocando sulle opere e i colori di quattordici artisti presenti in mostra.

Scopri anche:
Speciale Natale a Milano
Natale a Milano con Your Christmas
L’uomo che rubò Banksy al cinema 

Informazioni
+39 0288444061
Visita il sito web
Dal: 23/11/2018 al: 24/02/2019
Duomo
Museo del Novecento, Palazzo dell’Arengario
Piazza del Duomo, 8 - Milano
Medio
Lun. dalle 14.30 alle 19.30; mar., mer., ven., dom. dalle 9.30 alle 19.30; gio., sab. dalle 9.30 alle 22.30
Dove
Museo del Novecento, Palazzo dell'Arengario
La mostra presenta per la prima volta lavori della Collezione Ramo, una delle maggiori di opere su carta del ‘900. Valorizza la cultura del disegno, presentando artisti come Boccioni, Schifano,...
Mappa