milanodabere.it

Chagall

Evento terminato

“Questa mostra è una festa per mio nonno Marc Chagall, grazie alla quale può andare a passeggio e irradiarsi fra le mura di questo museo. Dimostrazione di come pittura e tecnologia possano andare d’accordo, mano nella mano. Offre una nuova emozionante interpretazione del suo lavoro, e della sua modernità. Se osservate la sua opera dallo stesso punto di vista che è stato adottato dal team di artisti italiani che hanno creato l’incredibile show, vi renderete conto di quello che già era l’occhio cinematografico di Chagall”.

Nel presentare la mostra-spettacolo “Chagall – Sogno di una notte d’estate”, Meret Meyer, nipote del grande artista russo naturalizzato francese, vice presidente dell’Associazione Amici del Museo Nazionale Marc Chagall di Nizza e dell’Associazione Marc Chagall, ha sottolineato quanto la forza e la ricchezza espressiva del mondo creativo del pittore, in tutte le sue sfaccettature e diversità delle fonti d’ispirazione, emergano in tutta la loro effervescenza e densità nella mostra immersiva in corso al Museo della Permanente dal 14 ottobre al 4 febbraio 2018.

Presentata per la prima volta in Francia, a Les Baux de Provence, nelle cave di pietra sotterranee conosciute come “Carrières de Lumières”, l’installazione multimediale, al debutto in Italia, permette di entrare e di attraversare l’opera del grande maestro e di viverla con una percezione sensoriale a tutto tondo.

Sulle pareti delle sale progettate da Achille Castiglioni, architetto di cui il prossimo anno ricorre il centenario della nascita, si dipana a 360 gradi attorno al pubblico il mondo onirico di Chagall. Non una semplice proiezione, ma una regia vera e propria costruita dal team di artisti italiani Gianfranco Iannuzzi, Renato Gatto e Massimiliano Siccardi, con oltre 600 immagini, tra quelle dei dipinti più celebri ed anche meno noti del pittore.

Chagall,

Chagall, “Gli amanti”

L’installazione si configura come un viaggio per tappe, quelle della creazione artistica di Marc Chagall e della sua vita che si snoda in 12 macro sequenze: da Vitebsk, villaggio natale di Chagall, alla visione onirica, al sogno, alla guerra, al circo. E poi i mosaici, le vetrate, l’Opéra Garnier, Daphnis e Chloé, le illustrazioni per fiabe, e la Bibbia.

L'allestimento della mostra al Museo della Permanente

L'allestimento della mostra al Museo della Permanente

Tutta l’ampiezza del suo talento inonda lo spazio scenico, tingendolo di colori vivi e cangianti e di un’atmosfera lirica e poetica. A fare da contrappunto, la colonna sonora curata da Luca Longobardi, suggestiva con brani da Mozart a Prokofiev, a Janis Joplin.

Per informazioni: www.lapermanente.it

Informazioni
02 8929711
Visita il sito web
Dal: 14/10/2017 al: 04/02/2018
Brera
Via Filippo Turati, 34 - Milano
n.p.
Da lunedì a giovedì dalle 9.30 alle 19.30
Mappa