milanodabere.it

Brianza Gourmet

Evento terminato

Non un territorio fuori Milano, ma una provincia con una sua identità culturale e gastronomica ben definita. Questa la mission e il fil rouge che lega i sei chef che hanno fondato ViviBrianza, associazione che dal 2013 promuove l'ospitalità brianzola.

Sei chef che saranno protagonisti di una settimana gourmande, durante la quale proporranno nei loro ristoranti altrettanti menu tematici.

Quando? Dal 15 al 22 febbraio, in concomitanza con RistorExpo, kermesse dedicata ai professionisti della ristorazione, ma aperta anche agli appassionati di cucina.

Ecco allora percorsi di degustazione ideati ad hoc, che onorano i pregiati salumi griffati Marco d'Oggiono, maison d'eccellenza del Lecchese.

Le bresaola firmata Marco d'Oggiono, tra i salumi protagonisti nei sei menu d'autore

Le bresaola firmata Marco d'Oggiono, tra i salumi protagonisti nei sei menu d'autore

BRIANZA GOURMET tRA CHEF STELLATI, MENU D'AUTORE E SALUMI MARCO D'OGGIONO

Sapori genuini, interpretati e declinati nei menu firmati dai sei cuochi attivi nella provincia di Monza Brianza.

A partire dal bistellato Enrico Bartolini del Devero di Cavenago di Brianza, che propone una degustazione a base di prosciutto crudo dolce servito con verdure all'aceto leggero, amatriciana con guanciale al pepe, burola con pane naturale, limone, cremoso e carciofi e pasticceria dal carrello al prezzo di 39 Euro, bevande escluse.

Lo stellato Giancarlo Morelli del Pomiroeu di Seregno delizia con cinque portate, tra cui la cicoria di campo con tuorlo d'uovo marinato alla birra, crème fraiche e pancetta tesa fondente e l'orzotto mantecato alle radici di prezzemolo, bocconcini di burola e aglio nero fermentato (Euro 60 incluso acqua, caffè, servizio e un calice di vino).

E brilla un astro Michelin anche da Pierino Penati, dove lo chef Theo Penati declina alcuni prodotti Marco d'Oggiono nel menu del pranzo. Si va dal risotto alla milanese con burola alla pancetta cotta “La Collinetta” con spinaci al burro e patate schiacciate.

Mentre Christian Di Bari del Due Spade di Cernusco sul Naviglio esprime il suo estro in sette portate. Qualche chicca? Le capesante scottate con crema di carote e zenzero e pancetta cotta affumicata o i paccheri di Gragnano al peperoncino, Parmigiano e pancetta croccante (Euro 45, bevande escluse).

Luca Mauri di A di Alice di Monza, invece, diletta i palati con cinque portate, tra cui l'uovo morbido con pan brioche e polvere di pancetta cotta “La Collinetta” e il gustoso hamburger di burola con prosciutto crudo dolce croccante e spuma di patate (Euro 50, beverage escluso).

In quel Monza, Fabio Silva del Derby Grill dell'Hotel De La Ville stuzzica l'appetito con cinque portate, dove fanno capolino gustose tipicità: dal cotechino vaniglia con lenticchie di Castelluccio speziate al riso carnaroli riserva San Massimo agli stimmi di zafferano servito con la vera mortadella di fegato (Euro 49, vini esclusi).

Informazioni
0341 576285
Dal: 15/02/2015 al: 22/02/2015
Indirizzi vari - Monza
n.p.
Dalle ore 20
Mappa