Australia: in mostra al PAC, storie dagli Antipodi

Evento terminato

Il PAC Padiglione d’Arte Contemporanea presenta Australia – Storie dagli Antipodi, una grande mostra sul continente australiano raccontato da 32 suoi artisti affermati ed emergenti

Dal 17 dicembre al 9 febbraio 2020 il PAC presenta la mostra Australia – Storie dagli Antipodi. In esposizione, le opere di 32 artisti australiani emergenti e affermati provenienti da diversi background culturali. Promossa dal Comune di Milano – Cultura e prodotta dal PAC e da Silvana Editoriale, la mostra è curata da Eugenio Viola.

Scoprite QUI tutte le mostre a Milano


Australia- Storie dagli Antipodi è la più grande esposizione sull’arte australiana contemporanea mai realizzata al di fuori del continente. Le opere selezionate utilizzano diversi mezzi espressivi quali pittura, scultura, fotografia. Ed anche performance, installazioni, video e site specific ideati ad hoc per la mostra al PAC. Offrono uno scorcio della ricchezza e varietà del panorama artistico australiano. “La mostra” afferma il curatore Eugenio Viola “è il risultato di un viaggio, esistenziale e professionale nel Down Under dove ho vissuto per due anni. In questo periodo ho scoperto numerosi artisti e la loro ricerca. Molti di loro sono stati una felice scoperta”.

Australia – Storie dagli Antipodi

La mostra allestita al PAC offre così un viaggio artistico e culturale in una terra geograficamente agli antipodi, appunto, rispetto al mondo occidentale. Mette in risalto gli aspetti culturali, politici e sociali del continente australiano e della sua stratificata scena artistica. Fra gli artisti in esposizione, si possono così scoprire opere di Vernon Ah Kee, Tony Albert, Khadim Ali, Brook Andrew, Richard Bell, Daniel Boyd, solo per citarne alcuni. Si tratta di artisti già affermati ed emergenti, appartenenti a diverse generazioni e background culturali.

Naturist Tour

All’interno della mostra Australia – Storie dagli Antipodi, il PAC ospiterà (nel mese di gennaio) due lavori partecipativi dell’artista australiano Stuart Ringholt. Esplorerà la funzione sociale dell’arte attraverso workshop collaborativi, presentando per la prima volta in Italia il Naturist Tour. Consiste in una visita guidata alla mostra dove l’artista e i partecipanti saranno nudi per riscoprire, così, la relazione dello spettatore con l’architettura e l’opera d’arte. Ma ci saranno anche due Anger Workshops, nei quali i partecipanti guidati dall’artista impareranno semplici tecniche per esprimere lo stress e la rabbia.

Scoprite anche:
Star Wars 9 al cinema, l’attesa è finita
Capodanno al museo, le mostre da non perdere a Milano
Le piste di pattinaggio di Natale 2019
Concerto di Capodanno in Piazza Duomo

Informazioni
+39 0288446359
Visita il sito web
Dal: 17/12/2019 al: 09/02/2020
palestro
Via Palestro, 14 - Milano
Medio
Tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.30; martedì e giovedì dalle 9.30 alle 22.30; lunedì chiuso