Angels in America: la nuova edizione all’Elfo Puccini

Angels in America all’Elfo Puccini: in scena la nuova edizione del capolavoro di Tony Kushner in cui si intrecciano storia collettiva ed individuale

Angels in America arriva all’Elfo Puccini dal 26 ottobre al 24 novembre. Lo spettacolo, ideato da Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani, è prodotto da Fondazione Campania dei Festival e Teatro dell’Elfo. Quello messo in scena è il capolavoro di TonyKushner, nelle sue due parti Si avvicina il millennio e Perestroika. 

Una grande responsabilità per le scene milanesi. Angels in America, infatti, è l’opera teatrale che ha ottenuto il maggior numero di nomination ai Tony Awards nella storia di Broadway, aggiudicandosi il riconoscimento come “best play” per entrambe le parti. Pulitzer, Golden Globe e Emmy Award coronano, inoltre, la sua fama.


Quello creato da Tony Kushner è il ritratto di una New York anni ’80 alle prese con le contraddizioni di un’epoca inquieta che si protrae fino ai nostri giorni. Un testo in bilico tra realtà e fantasia, che intreccia le vicende collettive a quelle individuali. Sembra avere, oltretutto, uno sguardo profetico nei confronti del futuro. “Roy Cohn was the original Donald Trump” ha scritto, difatti, Frank Ritch sul New York Magazine.

Dopo oltre dieci anni dal debutto in Italia di Angels in America, il Teatro dell’Elfo decide di allestirlo nuovamente coinvolgendo veterani e volti nuovi, mettendo in scena un’energia che conferma la portata di un classico moderno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

“La Divina Commedia dei nostri anni tormentati”: Si avvicina il millennio Perestroika

La prima parte del dittico, Si avvicina il millennio, punta la lente di ingrandimento su personaggi emblematici ed attuali, simbolo di una società dolente. C’è Pitt, avvocato mormone, con la moglie depressa. Ancora, la coppia omosessuale di Prior Walter, protagonista prescelto dagli angeli come profeta, e Louis Ironson. Alle loro storie si intreccia quella di Roy Cohn e di Belize, infermiere ed ex travestito. Nel testo dell’opera vengono approfonditi i conflitti di queste coppie, alle prese con la modernità e le sue contraddizioni.

Nella seconda parte, Perestroika, Prior Walter si ammala di Aids e viene abbandonato da Louis che inizia una storia segreta con Joe Pitt. La moglie di quest’ultimo, intanto, lotta con la depressione, mentre la madre Hannah è una rigida mormone e non accetta l’omosessualità del figlio. Intanto anche Roy Chon si ammala di Aids e, prima della morte, si scontra con i fantasmi dei coniugi Rosenberg, da lui uccisi durante il maccartismo. .
Una “Divina Commedia dei nostri anni tormentati. – Afferma Tony Kushner. E continua – In questo mondo c’è una specie di doloroso progresso: nostalgia per quello che abbiamo lasciato dietro di noi e sogno del futuro. Il mondo che avanza”.

Per ulteriori informazioni consultare il sito.

Scopri anche:
School of Rock al Teatro della Luna

Potted Potter, a teatro la Parodia dedicata a Harry Potter

Informazioni
02.0066.0606
Visita il sito web
Dal: 26/10/2019 al: 24/11/2020
Buenos Aires
Corso Buenos Aires, 33 - Milano
Economico
In base all'evento
Email
Mappa