Francesco Hayez, Valenza Gradenico davanti a i giudici, collezione privata Comune di Milano

Alla Gam: Hayez, quattro capolavori a confronto

Alla Gam sono esposte, come in una sequenza cinematografica, le quattro versioni di “Valenza Gradenigo davanti agli inquisitori”, di Francesco Hayez. Esposta anche l’ultima versione, di cui non si conosceva l’esistenza

Dal 14 novembre al 17 febbraio 2019 la GAM presenta Quattro capolavori di Francesco Hayez a confronto. La mostra è dedicata alla riscoperta di un capolavoro di Hayez. Si tratta di una delle quattro versioni di Valenza Gradenigo davanti agli inquisitori. L’opera è l’ultima in ordine cronologico di cui si conosceva l’esistenza, ma che finora non era mai stata trovata.

La scoperta dell’opera di Hayez Valenza Gradenigo davanti agli inquisitori ha offerto alla GAM l’occasione per presentarla al pubblico, ricostruendone la storia. Nell’allestimento è messa a confronto con le altre tre versioni dello stesso soggetto, realizzate dal pittore tra il 1832 e il 1845.

Scopri QUI tutte le mostre a Milano 

Le quattro opere esposte alla Galleria d’Arte Moderna sono disposte in dialogo con altre preziose tele di Hayez, come il ritratto di Alessandro Manzoni e la Maddalena penitente. L’esposizione si svolge contemporaneamente alla grande mostra sul Romanticismo in corso alle Gallerie d’Italia.

Valenza Gradenigo

È il nome della nobildonna veneziana di cui Hayez si innamorò artisticamente. A lei il pittore dedicò quattro dipinti. L’esistenza dell’ultimo, quello esposto ora alla GAM, era noto soltanto attraverso alcuni documenti. Ma non era mai stato ritrovato. Nel soggetto, Valenza Gradenigo è colpevole di avere tentato di salvare l’amato Antonio Foscarini, condannato per tradimento nel 1662. Viene così condotta davanti ai giudici dell’Inquisizione, tra cui il padre. Hayez ne fece quasi una telenovela. Come in una sequenza cinematografica, dedicò infatti al soggetto ben quattro dipinti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

A prima vista la protagonista potrebbe sembrare una delle tante eroine facili allo svenimento. Negli ultimi vent’anni, invece, la critica più sensibile ha contestato questo luogo comune riannodando i fili del rapporto tra arte, storia, musica e letteratura. Restituendo così all’opera di Hayez la ricchezza di una pittura capace di essere antica e moderna allo stesso tempo. 

Valenza Gradenigo davanti agli inquisitori segna un nuovo corso nella pittura di Hayez, ovvero il passaggio a una rappresentazione della storia centrata sulle passioni umane. Che trovava in una Venezia fantastica e mitica il palcoscenico ideale.

Scopri anche:

Photo Vogue Festival 2018, la mostra
In due mostre l’arte del Romanticismo
Schiaccianoci, il balletto di Natale al cinema

Informazioni
+39 0288445943
Visita il sito web
Dal: 15/11/2018 al: 17/02/2019
palestro
Via Palestro, 16 - Milano
Economico
Da martedì a domenica dalle 9.00 alle 17.30; chiuso lunedì.
Mappa