Gli chef Federico Belluco e Giancarlo Perbellini

Al via il Venice Food & Wine Festival

Evento terminato

Questo slideshow richiede JavaScript.

Wine tasting, cene, lab, degustazioni e show cooking, la tre giorni del gusto sull’Isola delle Rose

L’occasione è ghiotta, la location da favola, l’evento unico. Il Venice Food & Wine Festival, atteso dal 3 al 6 maggio, nell’esclusivo JW Marriott Venice Resort&Spa, sull’Isola delle Rose,  sarà uno degli eventi della Serenissima difficili da dimenticare. Chef stellati e di fama internazionale – attesi anche Giancarlo Perbellini e Caterina Ceraudo – critici, esperti e rinomati produttori di spirits e nettari prelibati, saranno i protagonisti di un weekend dedicato alle eccellenze della cucina italiana, del vino e dei liquori, con un focus particolare sulla tradizione culinaria veneta e sui sapori dell’orto. Tra wine tasting, cene, laboratori, degustazioni e show cooking.

Organizzato da JW Marriott Venice Resort & Spa e dal direttore del magazine Food&Wine, Hunter Lewis, per la prima volta la kermesse enogastronomica esce dai confini americani (le altre edizioni si sono svolte ad Aspen, in Colorado, ndr), per sbarcare in Europa, nella città più magica al mondo, Venezia, in uno scenario incantevole:la più giovane isola della laguna veneziana (risale al 1870), a metà strada tra la laguna e il mare, che vanta 16 ettari di magnifico giardino dal microclima speciale, con 104 olivi, distese di verde in fiore, piante e un orto.

A ritmare il programma, si diceva, lezioni di cucina, degustazioni di vino e speciali esperienze gastronomiche da vivere da mattino a sera, anche open air. A cominciare dal mercato tradizionale italiano allestito sabato 5 maggio sul prato principale dell’isola, che vede sfilare le eccellenze del Bel Paese in un set d’eccezione.

Gli spazi esterni del ristorante Dopolavoro, la sera
Gli spazi esterni del ristorante Dopolavoro, la sera

A fare gli onori di casa, lo chef Giancarlo Perbellini del bistellato Casa Perbellini e il resident chef Federico Belluco del ristorante stellato Dopolavoro Dining Room (di cui Perbellini è consulente, ndr), che, la sera del 3 maggio, alle 20.30, al Dopolavoro delizieranno con la cena esclusiva Michelin-Starred Masters, a base di ricette che interpretano con estro la tradizione, dal Risotto al brodo d’Asiago con sarde e sedano al Crudo di seppia con castraure e rafano. Sempre giovedì 3 maggio, dalle 20.00 alle 23.00, la chef Melissa Kelly del Primo Restaurant, nel Maine, vincitrice del James Beard Award, sublime interprete della cucina green, preparerà la degustazione “dal giardino al piatto”, con piatti che rendono omaggio ai giardini lagunari e ai loro ortaggi, come i carciofi di Sant’Erasmo, tipici delle isole veneziane, mentre venerdì 4, presso il Barilla Pavilion (alle 13.30 e alle 14.30) farà una dimostrazione sulla preparazione della ricotta Curds & Whey.

Venerdì 4 maggio, l’italianissima e giovane chef Caterina Ceraudo, del ristorante stellato Dattilo di Strongoli (Crotone), Miglior chef donna 2017 per la Michelin e Miglior chef donna per la Guida di Identità Golose, porterà la freschezza della sua Calabria, e presenzierà al torneo Bocce & Bubbles: Festa Al Fresco, presso la Villa (alle 12.00 e alle 15.00).

Premiato nel 2002 come Best New Chef da Food&Wine, nonché vincitore del James Beard Award, lo chef e ristoratore Fabio Trabocchi, sempre venerdì 4 (alle 12.00 3 alle 14.00) condurrà presso la Sapori Cooking Academy, un workshop interattivo sul caviale, con tanto di pranzo con wine pairing, evocando l’esperienza che si può vivere nel ristorante stellato Fiola a Washington D.C. La sera, alle 20.00 e alle 23.00, con la cena Stella Del Mare: Stars Of The Sea, renderà invece omaggio alla varietà di pesce che caratterizza la laguna veneziana e i suoi dintorni, preparando piatti tradizionali, in abbinamento a cocktail e vini. In calendario, sabato, alle 13.30 e alle 14.30, lo chef californiano Jonathan Waxman, anch’egli vincitore del James Beard Award, in scena nel Barilla Pavilion con Luscious Langoustine, dimostrazione sulle tecniche innovative per cucinare l’aragosta.

Gli appassionati del bere miscelato potranno incontrare il mixologist JP Fetherston, co-proprietario e direttore beverage di Columbia Room, premiato come Best American Cocktail Bar 2017 agli Sprited Awards, e Best New Mixologist 2016 di Food &Wine, nella giornata di sabato, sulla terrazza del Dopolavoro (alle 17.00 e alle 18.30) per il cocktail workshop Til The Bitter End: Amari In Modern Cocktails. Per scoprire l’arte della preparazione del cocktail perfetto, l’appuntamento è invece con The Invention of Italian Cocktails, ma per sapere tutto sull’abbinamento perfetto con il cocktail veneziano per eccellenza, l’appuntamento è con la lezione Summertime Risotto & Spritz, dello chef-star americano Scott Conant, vincitore del James Beard Award e Best New Chef 2004 per Food&Wine. Venerdì 4 maggio sarà l’Amarone della Valpolicella il tema della degustazione con il wine editor Ray Isle, mentre l’esperto di vino Anthony Giglio intratterà i partecipanti con la sua ampia cultura enologica.

I biglietti per il Venice Food & Wine Festival sono disponibili e acquistabili online sul sito jwvenicefoodandwine.com

Informazioni
Dal: 03/05/2018 al: 06/05/2018
Isola delle Rose
JW Marriott Venice - Venezia
Medio
Mappa