Amedeo Modigliani, "Nudo disteso" (1917)

Al Mudec la mostra multimediale Modigliani Art Experience

La mostra multimediale al Mudec dedicata a Modigliani, l’artista maledetto per eccellenza è un viaggio esperienziale, tra immagini, suoni, musiche, evocazioni e suggestioni

Il mondo bohémien di Amedeo Modigliani come non si era mai visto. Più che una mostra, l’esposizione Modigliani Art Experience, al Mudec dal 20 giugno al 4 novembre 2018, è una vera e propria esperienza immersiva nell’universo del grande artista livornese. Il visitatore viene trasportato con tutti i sensi nell’esistenza di Modì, tra le sue muse e amanti ispiratrici, a Parigi dove trascorse la sua esistenza da esule nella Montmartre e nella Montparnasse dei primi del Novecento. E nella sua arte, con le opere influenzate dal primitivismo, in particolare dalla scultura africana, egizia e cicladica.

La mostra ripercorre la vita dell’artista attraverso un racconto tematico, che, partendo da Livorno, narra le origini e la formazione di Modigliani in Italia (a Firenze e Venezia), approdando subito dopo nella Parigi degli inizi del XX secolo. Qui i quartieri di Montmartre a Montparnasse fanno da sfondo al racconto del lungo periodo parigino di Modigliani, agli incontri con gli artisti più famosi dell’epoca e che come lui hanno trovato in Parigi un ambiente artistico d’avanguardia, da cui trarre ispirazione. La guerra, il trasferimento a Nizza e la prematura morte segnano la fine del racconto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Prodotta da 24 ORE Cultura e con il supporto scientifico dei conservatori del Mudec e del Museo del Novecento di Milano, la rappresentazione multimediale Modigliani Art Experience è ideata da Crossmedia Group e curata da Francesco Poli. 

Il progetto espositivo prevede una sala introduttiva (sala scrigno), con alcuni capolavori di arte primitiva africana del XX secolo provenienti dalla collezione permanente del museo di via Tortona e due ritratti di Modì provenienti dal Museo del Novecento di Milano. Permettono al visitatore di avere sott’occhio in un unico ambiente quei modelli artistici di arte primitiva che il genio livornese ebbe senz’altro a ispirazione per la sua arte, come il confronto diretto con i ritratti accostati nella stessa sala permetterà a tutti di appurare.

Inoltre in un’infinity room (Sala degli Specchi) alcune delle opere più significative di Modigliani si ripresentano agli occhi del visitatore in un gioco continuo di scomposizioni e rifrazioni. Chiudendo così il percorso multisensoriale, che non mancherà però di aprirsi con un più classico racconto sulla vita dell’artista e il contesto storico-sociale-culturale in cui situare la sua produzione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Informazioni
+39 0254917
Visita il sito web
Dal: 20/06/2018 al: 04/11/2018
Tortona
Via Tortona, 56, Milano
Economico
Lun 14.30 ‐19.30; Mar, Mer, Ven, Dom 09.30 ‐ 19.30; Gio, Sab 9.30‐22.30
Mappa