Adriana Bisi Fabbri: L’intelligenza non ha sesso, Museo del 900

Con la mostra L’intelligenza non ha sesso il Museo del Novecento riscopre un’artista poco conosciuta, Adriana Bisi Fabbri. Presenta oltre 200 opere della pittrice ferrarese, una delle migliori caricaturiste della sua epoca. L’esposizione anticipa il palinsesto di eventi I talenti delle donne che animerà il programma delle mostre a Milano nel 2020

Dal 3 dicembre all’8 marzo 2020 il Museo del Novecento presenta la mostra L’intelligenza non ha sesso – Adriana Bisi Fabbri e la rete delle arti (1900-1918). Curata da Giovanna Ginex e Danka Giacon, offre una rilettura dell’attività artistica della pittrice di Ferrara (1881 – 1918). In esposizione, oltre 200 opere tra dipinti, documenti, lettere, disegni e grafiche. Catalogo della mostra Electa.

Scoprite QUI tutte le mostre a Milano


Adriana Bisi Fabbri è ricordata dalla critica come una delle migliori caricaturiste della sua epoca. Con una formazione da autodidatta, sempre spinta da curiosità nei confronti di ogni manifestazione artistica, Adrì, come si firmava, appartiene a un contesto storico e sociale in cui molti riconoscimenti erano preclusi alle donne. Il percorso espositivo si sviluppa così attraverso tre linee guida. Parte dalla biografia della Fabbri e si concentra poi sulla passione che caratterizzò il suo rapporto con il marito e sostenitore Giannetto Bisi. Fino a illustrare la fitta rete di relazioni intellettuali che la coppia instaurò con i protagonisti di due decenni di arte italiana del secolo scorso.

La mostra è il frutto di un’intensa attività di ricerca negli archivi del Fondo Bisi Crotti di proprietà del Muse del Novecento. E anticipa il palinsesto di iniziative I talenti delle donne che sarà al centro della programmazione delle mostre a Milano nel 2020.

Arrivò a Milano vestita da uomo. Sicuro. Da uomo. Le seccava un poco d’essere donna. (Il Popolo d’Italia”, 7 giugno, Milano 1918)

L’intelligenza non ha sesso, la mostra

Le duecento opere in mostra, oltre a illustrare il percorso artistico di Adriana Bisi Fabbri tracciano uno scorcio sulla vita intellettuale di inizio secolo. Offrono così un viaggio in cui si intrecciano arte, avanguardie e giornalismo lungo un percorso che da Ferrara passa per gli ambienti artistici di Bergamo, Milano, Venezia, Firenze e Roma. E sono popolati di personaggi quali Umberto Boccioni, Cesare Laurenti, Ugo Valeri.

Visita guidata gratuita della mostra

Ogni primo e terzo martedì del mese alle ore 15.30 il Museo del Novecento organizza una visita guidata gratuita alla mostra (massimo 25 persone). Per scoprire tutto il programma consultate il sito www.museodelnovecento.org.

Scoprite anche:
Natale a Milano, al via Milano SuperChristmas 2019
Climate Space, film e documentari sulla crisi climatica
Slava’s Snowshow, lo spettacolo di Natale al Piccolo

Informazioni
+39 0288444061
Visita il sito web
Dal: 03/12/2019 al: 08/03/2020
Duomo
Museo del Novecento, Palazzo dell’Arengario
Piazza del Duomo, 8 - Milano
Medio
Lunedì dalle 14.30 alle 19.30; martedì, mercoledì venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30; giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30
Dove
Museo del Novecento, Palazzo dell'Arengario
Il Museo del Novecento, all’interno del Palazzo dell’Arengario in piazza del Duomo, ospita una collezione dedicata al Secolo breve Progettato da Italo Rota e da Fabio Fornasari, il Museo del Novecento ha sede...