milanodabere.it

10×10, Cucina e solidarietà

Evento terminato

El hambre es la mayor vergüenza del ser humano”. La fame è la più grande vergogna dell’essere umano. È vero. A parlare è Quique Dacosta, tristellato chef di Dénia, ambasciatore di Azione contro la Fame in Spagna, nonché uno dei protagonisti della charity dinner di scena giovedì 22 marzo, nella prestigiosa cornice del cinque stelle Principe di Savoia di Milano.

Quique Dacosta, tristellato chef di Denia

Quique Dacosta, tristellato chef di Denia

Insieme al fuoriclasse iberico, altri nomi eccellenti della cucina nostrana, per un totole di dieci grandi chef, che realizzerano altrettante superlative portate. Per un’esperienza irripetibile all’insegna del gusto e della solidarietà.

Obiettivo della serata, organizzata in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, in collaborazione con l’Associazione Professionale Cuochi Italiani e Taste of Milano, è raccogliere fondi da devolvere all’organizzazione umanitaria internazionale, impegnata nella lotta contro la malnutrizione infantile. In ben cinquanta Paesi nel mondo.

Ad alternarsi al racconto dell’esperienza dello chef con Azione contro la Fame e della sua visita sul campo nella comunità di Podor, in Senegal, nel 2017, sarà la splendida voce della cantante siriana Mirna Kassis, che si esibirà per gli ospiti durante la serata.

I dieci chef eccellenti protagonisti della serata benefica

I dieci chef eccellenti protagonisti della serata benefica

Intanto, ad allietare gli ospiti, saranno i piatti degli chef. A cominciare dalle entrée: radice di prezzemolo alla carbonara con pomodorini e pepe Szechuan di Tommaso Arrigoni di Innocenti Evasioni; baccalà mantecato, mousse di erbe amare e tuorlo disidratato di Tano Simonato, patron di Tano passami l’olio; e cubo di lingua salmistrata, salsa verde e pastinaca croccante realizzata da Fabrizio Cadei, chef del Principe di Savoia.

A seguire, la cena placée. Che esordisce con uno dei signature dish di Andrea Aprea del Vun, il salotto gourmet del Park Hyatt: la “Caprese… dolce salato”, ossia la mediterraneità sospesa fra sapido e delicato. E poi? L’hamachi miso, ricciola con pomodoro camone, salsa di miso allo yuzu e avocado di Michele Biassioni dell’Iyo; l’Ash Rice di Quique Dacosta; il baccalà, patate e liquirizia firmato Alessandro Buffolino dell’Acanto; l’agnello allo zafferano e cardamomo con crema di cipollotto al nero di Antonio Guida del Seta, il salotto del Mandarin Hotel Milan. Dulcis in fundo, bis di dessert: cioccolato, menta e liquirizia di Andrea Berton e tartufo nero tiramisù targato Luigi Taglienti del Lume.

Nei calici e in tavola, le eccellenze dei partner della serata, lo Champagne Veuve Cliquot Rosé, il Centopercento Pinot Nero in purezza di Prime Alture, il Pinot Bianco di Venica & Venica, azienda goriziana di Dolegna del Collio. E ancora, i prodotti di Dac, La Fenice, Lavazza, Longino & Cardenal, Selecta e Valrhona.

La donazione richiesta per la cena, che inizierà alle 20.00, è di €150 a persona.

Prenotazioni su Eventbrite

Informazioni
Dal: 22/03/2018 al: 22/03/2018
Stazione Centrale
Piazza della Repubblica 17 - Milano
n.p.
20.00
Mappa