milanodabere.it

Una rotonda sul Summer Jamboree

Tempo di vacanze. Fuori fa caldo e le ferie si avvicinano. E allora perchè non fare una scelta diversa e dirottare la meta verso il Summer Jamboree? Dal 30 luglio al 7 agosto Senigallia (AN) torna a sintonizzarsi sui ritmi del rock and roll con XII edizione del festival dedicato alla musica e alla cultura anni ’40 e ’50. La città, dal centro storico alle spiagge, fa un salto negli anni della vespa, delle gonne a ruota, del rossetto rosso, della brillantina e dei salti rock’n’roll sulle note di Jhonny be good di Chuck Berry o su quelle di Rock around the clock di Elvis. Si trasforma e trasforma. Provare per credere.

PERSONALITY – Nove giorni di baldoria estiva più un’anteprima il 29 luglio. Tanti i palchi: il main stage del Foro Annonario, l’UniCredit stage alla Rocca Roveresca, la Rotonda sul mare, la spiaggia di velluto, Piazza il Terreno a Corinaldo e il Mamamia. In cartellone artisti internazionali di rhythm & blues, doo wop, rockabilly, swing e contry con un’attenzione particolare all’incontro tra “la mano nera” delle sonorità africane con quella bianca del rock ‘n’ roll. Main event di quest’anno è il concerto di Lloyd Price (5 agosto), autore della celebre Personality e pioniere del rhythm & blues e del rock anni ’50. Da non perdere è lo show delle The Bobbettes e dei The Cleftones (3 agosto). A grande richiesta, tornano i cori a cappella che spaziano dal doo wop al rock ‘n’roll di Greg, Max Paiella and The Blues Willis a cui è affidato il Big Hawaiian Party sulla spiaggia di velluto.

WE LOVE FIFTIES – E per rendere più piccante la kermesse, ecco che le performer burlesque Banbury Cross, Betsy Rose e Lada Redstar ricreano, al Mamamia un mondo patinato e incantato fatto di  deliziosi e teatrali streep teese (5 agosto). Ma le sorprese non finiscono qui. Sfilate di auto d’epoca, musica 24 ore su 24, lezioni di rock ‘n’ roll gratuite, punti di ristoro multi etnici, mercatino vintage e vere e proprie serate danzanti per ripetere i passi e i salti appresi nel pomeriggio. Un consiglio da seguire è sicuramente cercare di calarsi il più possibile nell’atmosfera con abbigliamento e un trucco anni ’50. Dallo stile da cocktail con tubino, collana di perle e occhiali a gatta a quello da pin up, dai giubbotti di pelle e il ciuffo alla Elvis a bretelle, borsalino e scarpe bicolore, solo per farsi un’idea. E per finire la trasformazione si può optare per un salto negli stand di hair stylist dai quali venir fuori con un’acconciatura pronta per un click.