Divinamente Madre: Drusilla Foer in scena a Milano

Drusilla Foer arriva al Teatro Leonardo dal 16 al 19 gennaio, prima tappa di un tour nei teatri italiani, con un testo che riprende e rivede da un punto di vista originale la favola di Amore e Psiche

È un’anteprima teatrale nazionale quella che Drusilla Foer regala a Milano, tornando in scena dopo lo straordinario successo di Eleganzissima con il suo nuovo spettacolo Venere Nemica. Ora l’artista riveste il triplice ruolo di attrice, cantante e autrice di un testo che riscopre e interpreta a modo suo la favola di Apuleio.

Per chi non avesse studiato letteratura latina o non ne avesse più sufficienti reminiscenze, la storia è raccontata nell’opera Le Metamorfosi. In breve, Cupido, sbagliando mira con la sua freccia e colpendo il proprio piede, s’innamora perdutamente di Psiche, giovane bella come una dea ma mortale in quanto umana. Volendo evitare di incorrere nelle ire funeste della gelosa madre Venere, che come suocera si rivelerà essere una megera alquanto vendicativa, Cupido porta la ragazza di nascosto al suo palazzo ponendo assolutamente come condizione che lei non voglia per nulla vedere il suo volto, imponendo quindi che i loro incontri licenziosi avvengano al buio.


Psiche spinta dalla curiosità manca a questa richiesta e il dio alato è così costretto ad andare via da lei fino a che, soltanto grazie a una serie di prove, la donna è perdonata e accolta non solo da Amore ma addirittura fra
tutti gli dei.

La favola secondo Drusilla Foer

Anticipiamo solo che Venere si è allontanata di sua volontà dall’Olimpo e dopo aver girovagato per secoli ha scelto di abitare a Parigi, in mezzo agli uomini che l’hanno accettata per quello che è diventata. Una dea anziana e sazia che vorrebbe morire ma non può. Può però finalmente vivere come vuole. “Immaginate la mia gioia! Una dea condannata a vivere nell’eterna umidità del mare, scoprire l’esistenza della messa in piega“.

In un’appassionata rievocazione degli eventi che fluttua tra l’ironico e comico, il tragico e il lirico, con famose canzoni che si inseriscono funzionalmente nel dialogo, Drusilla Foer parla di temi antichi ma non per questo meno attuali. La competizione femminile, la bellezza che sfiorisce, la gelosia e la possessività materna. Il rapporto con la morte e l’immortalità. Pochi abiti di scena e tutti bianchi ma tante perle “Perché sarà pur servito nascere da una stupida conchiglia“.

Informazioni utili

Dal 16 al 19 gennaio, Teatro Leonardo, via Ampère 1.
Da giovedì a sabato ore 20:30, domenica ore 16:30.
Biglietteria: 02 86454545 – biglietteria@mtmteatro.it

Scopri anche:

Tutti gli spettacoli da non perdere in scena a Milano