Addio a Gianrico Tedeschi, aveva 100 anni

Scompare oggi l’attore milanese Gianrico Tedeschi, simbolo del teatro italiano. Aveva 100 anni. A 91 anni venne scelto da Ronconi al Strehler per La compagnia degli uomini

Gianrico Tedeschi, decano del teatro italiano, ci lascia oggi nella sua casa in provincia di Novara. L’attore era nato a Milano il 20 aprile 1920: aveva, dunque, da poco, compiuto cento anni. Simbolo del Piccolo Teatro di Milano, della scena teatrale italiana tutta, è stato anche un importante volto pubblicitario e del varietà televisivo. La vita di Gianrico Tedeschi è stata lunga, certo, e a dir poco straordinaria. La sua brillante carriera nasce all’interno dei campi di prigionia dove era stato mandato dai fascisti perché contro la Repubblica di Salò. Nel suo percorso professionale Tedeschi è stato preteso dai più grandi registi: Luchino Visconti, Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Ennio Flaiano, Garinei e Giovannini per un famosissimo My Fair Lady.

Cent’anni di vita, di cui settanta sul palcoscenico. Fino a pochi anni fa. Nel 2015 lo vediamo ancora al Teatro , protagonista di Dipartita finale di Franco Branciaroli. Nel 2011 – aveva 91 anni – Luca Ronconi lo vuole di nuovo al suo fianco e lo sceglie per La compagnia degli uomini proprio al Piccolo Teatro, praticamente la sua casa.


Il piccolo schermo? Dal Carosello in poi (era tutto il suo l’atteso momento delle Caramelle Sperlari), gli storici sceneggiati, la radio con Raffaella Carrà in Gran Varietà. Il cinema con Roberto Rossellini, Luciano Salce, Mario Monicelli, solo per citarne alcuni. Recita con Anna Magnani, Marcello Mastroianni, Romolo Valli, Renato Rascel, Domenico Modugno, negli ultimi anni anche con Massimo Popolizio, Sergio Rubini e molti altri ancora. Una grande amicizia con la strepitosa .