milanodabere.it

Pandemic Night Live 2006, la sperimentazione elettronica

Ormai la , che viene soprattutto dalla nightlife del nord europa, ha definitivamente conquistato l’Italia

Pandemic Night Live 2006. Le one night e le serate con famosi si moltiplicano e sono tutte dedicate a questa musica che per anni in Italia è stata sostituita da house music e hip hop.

Pandemic Night Live

Tra le serate di rilievo a Milano si attende la Pandemic Night Live, il 30 settembre. Una vera esplosione di elettronica unita a sperimentazioni artistiche in uno spazio insolito: la Mediateca di Santa Teresa, il nuovo polo multimediale della Biblioteca Braidense. Si tratta del terzo appuntamento per questo evento che porta la sperimentazione elettronica in città. Il progetto è di Connecting Cultures, associazione non profit che promuove nuove forme di cultura per la rigenerazione del territorio. La serata si aprirà con il dj set di DeadZone (uno dei dj resident che nella scorsa stagione del 65metriquadri ha portato il locale fra i club più in voga). Dopo di lui ci sarà il live-media project dell’artista-dj Riccardo Benassi. Prosegue il collettivo Alterazioni Video che proporrà la performance “Light Wave” (già presentata all’interno del PS1, Moma di New York). Quest’ultima, attraverso un’installazione di pannelli fotovoltaici trasforma la luce in suono. Infine musica a tutto tondo con le esibizioni dei musicisti francesi Hypo e EDH, che presentano il loro lp “The correct use of Pets” e del duo Minimono.


Per info su Pandemic Night Live 2006
tel. 02.89181326 o www.pandemicfestival.org