milanodabere.it

One Night: Fidelio (lasciare pending problemi con la location)

REMINISCENZA “KUBRICKIANA” – La one night Fidelio del martedì sera di Milano nasce nel 1998. Da un’idea di Mario Poldo Longhi e Gabriele Piemonti. I due primi fondatori della serata, rimasero affascinati da Eyes Wide Shut; l’opera  che chiude la carriera cinematografica di Kubrick. Gabriele Piemonti e Poldo Longhi, lavorarono quindi per ricreare a livello artistico ed emozionale l’intreccio tra psicologia, enigma ed erotismo soft il tutto proiettato all’interno di una serata in discoteca.

RE-CLUBBING – Dal  1998, la comunicazione coordinata della serata rivela contributi grafici e di styling ispirati al film e si avvale della presenza di figuranti professionisti. La volontà del gruppo Fidelio era quello di proporre nella città di Milano un nuovo stile nel fare clubbing: ispirandosi alla creatività e alla professionalità di Riccione, città dove i fondatori avevano lavorato con successo su diversi progetti precedenti. Per la one-night FIDELO era importante ricreare in maniera ironica e suggestiva i vari riti di magia sessuale descritti nel film ma facendoli celebrare da musica house di qualità e con l’animazione in rigoroso costume rosso e maschera.

GETTONATISSIMO – Il progetto della one night FIDELIO è diventata una realtà di successo a Milano. E’ diventanta e lo è tutt’ora una delle serate più ricercate del pubblico meneghino ma non solo. In quanto serata itinerante e one–night molte discoteche si contendono il privilegio di ospitarla, infatti nel corso degli anni ha avuto luogo nelle discoteche più importanti di Milano come Rolling Stone, Old Fashion, Shocking Club e Caffè Solare.

A NASTY PARTY – La direzione del Fidelio per il 3 ottobre propone una serata strettamente legata alla philosophy della one night: lo Spanking Party. Questo genere di feste, che stanno propriamente impazzando oltreoceano, sono dedicate all’ironica punizione di “Bimbe” e “Bimbi” cattivi sono costruite sulla falsa riga dei Botox Party lanciati dai chirurghi plastici nelle ville più lussuose di Hollywood. L’artista e pin up Betty Page sarà  la donna simbolo della serata Spanking. Il codice look femminile sarà ispirato quindi alla regina del fetish chich anni 50. All’interno del The Club i clienti saranno muniti di battipanni di cartone coi quali potranno infliggere sonore sculacciate a chiunque gli capiti a tiro. La regola principale è praticare quest’attività durante la serata con il massimo dell’ironia.