Una nessuna centomila, il concerto

Sette protagoniste della musica italiana insieme per Una nessuna centomila, il concerto. Fiorella Mannoia, Emma, , Giorgia, Elisa, e Laura Pausini sullo stesso palco per dire basta alla violenza sulle donne

Una presentazione a sorpresa al Teatro Ariston durante l’ultimo Festival di Sanremo. Il grande evento in questione è Una nessuna centomila il concerto, l’appuntamento è per sabato 19 settembre dalle ore 20.30 alla RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo). Si tratta del più grande evento musicale di sempre contro le violenze di genere. Sette le protagoniste d’eccezione: Fiorella Mannoia, Emma, Alessandra Amoroso, Giorgia, Elisa, Gianna Nannini e Laura Pausini.

Centomila è il numero delle voci che potranno unirsi alle sette protagoniste di questo incredibile spettacolo. Centomila persone, per le donne. Perché la musica può e deve arrivare a tanto.


Sette artiste con ospiti a sorpresa

In passato altre esperienze hanno visto queste grandi artiste italiane insieme per supportare delle cause importanti in eventi tutti al femminile. Le sette artiste non sono però da sole in questo progetto. Ognuna di loro inviterà a cantare un collega, un uomo, perché questa volta per una causa così impellente. Il messaggio che parte dal palco deve essere universale, tutti insieme contro le violenze.

UNA: perché ogni volta che una donna lotta per se stessa, lotta per tutte le donne;
NESSUNA: perché nessuna donna deve più essere una vittima;
CENTOMILA: il numero delle voci che si uniranno alle 7 artiste per il più grande evento musicale di sempre contro la violenza sulle donne

I proventi del concerto verranno erogati a strutture selezionate sulla base di criteri di trasparenza e tracciabilità, strutture in grado di garantire il proprio empowerment, assicurando la sostenibilità nel tempo delle attività da loro realizzate e fornendo un supporto solido e duraturo alle vittime. L’organizzazione precisa che gli utilizzi di tutte le risorse economiche raccolte nell’ambito di Una nessuna centomila, il concerto verranno rendicontati e comunicati nella totale trasparenza.

Un’ultima nota registra un record di vendite. In soli 3 giorni, infatti, si contano oltre 40mila biglietti per il concerto per raccogliere fondi destinati ai centri antiviolenza.