Scena Unita per i lavoratori della musica e dello spettacolo

– e con lui tanti altri artisti – danno vita a Scena Unita per i lavoratori della musica e dello spettacolo. Un progetto attivato dal collettivo La Musica che Gira, Music Innovation Hub e grandi artisti della musica e dello spettacolo in collaborazione con Cesvi

L’obiettivo di Scena Unita per i lavoratori della musica e dello spettacolo è quello di dare un aiuto concreto e immediato ai lavoratori del mondo dello spettacolo colpiti dall’emergenza Covid. Istituire quindi un fondo grazie alle donazioni degli stessi artisti e degli enti privati. Il progetto coinvolge grandi nomi della musica e dello spettacolo. Insieme hanno deciso di mettere a disposizione la propria visibilità, influenza e notorietà. Per dare supporto in maniera diretta a quei lavoratori senza i quali la loro arte non avrebbe potuto prendere forma. Al contempo questa grande opera di collettività si rende sostenitrice di attività che determinino una ripartenza del settore. Una novantina gli artisti che finora hanno aderito. Achille Lauro, Amadeus, Ferragni, Verdone, Elisa, Fiorello. Maria De Filippi, Hunziker, Hell Raton. Mahmood, Emma, Sabrina Ferilli, Paradiso, l’elenco è davvero lunghissimo.

Le dichiarazioni

L’operazione di Scena Unita rappresenta per noi di Cesvi un’importante sfida perché siamo chiamati a mettere a disposizione la nostra professionalità e le nostre competenze maturate in 35 anni di interventi nella gestione di crisi ed emergenze, all’estero quanto in Italia, a favore di un settore, quello dello spettacolo, gravemente colpito in questo momento” dichiara Gloria Zavatta, presidente di Cesvi.


La nostra mission è quella di essere accanto, con interventi mirati, alle persone più fragili e l’emergenza Covid-19 ci ha obbligato ad accendere i riflettori e focalizzarci su nuove emergenze: da quella sanitaria per le strutture ospedaliere italiane, a quella sociale con interventi mirati e a sostegno degli over 65 fino a quella economica per la ripartenza delle piccole e medie imprese di Bergamo. Oggi, con Scena Unita, vogliamo sostenere una nuova emergenza sociale che vede emergere nuove povertà nelle famiglie che hanno un lavatore nel mondo della musica, gravemente danneggiato dal lockdown. Un mondo che ci ha dato tanto e che ha bisogno, più che mai, del sostegno di tutti noi per ripartire”.

Chiunque potrà donare attraverso la piattaforma di crowdfunding ForFunding.it messa a disposizione da Intesa Sanpaolo che, fin da subito, ha creduto nella validità del progetto e ha fatto partire oggi la raccolta fondi con una propria generosa donazione.