milanodabere.it

Questo Piccolo Grande Amore, il concerto

Alzi la mano chi non ha mai ascoltato almeno una volta Questo Piccolo Grande Amore. Sarà stato un lento, una soffice dichiarazione d’amore o una mielosa serata passata in compagnia della nostra dolce metà, ma il brano scritto da Claudio Baglioni più di venticinque anni fa unisce ancora più generazioni. In attesa del film ispirato all’omonima canzone, nelle sale da febbraio 2009, il cantautore romano annuncia un altro grande progetto musicale: Questo Piccolo Grande Amore – il concerto, il nuovo live in cui saranno eseguite dal vivo tutti  i pezzi dell’album, inediti lasciati fuori dalla session di registrazione, e altre canzoni d’amore riarrangiate per l’evento. E’ già iniziata la corsa ai biglietti per la tappa milanese del 5 novembre all’Allianz, a cui seguiranno quelle del 26 novembre al Gran Teatro di Roma e dell’8 dicembre al Palapartenope di Napoli.

CONCEPT ALBUM – Pur contenendo “la canzone del secolo”, Questo Piccolo Grande amore è tra i primi concept album realizzati nel nostro Paese. Mentre l’Italia degli anni di piombo spalanca le porte alla canzone impegnata di riflesso politico-sociale, Claudio Baglioni va in controtendenza e tira fuori una storia cantata in 14 passaggi musicali per fotografare il percorso di una storia d’amore post-adolescenziale: dall’innamoramento alla separazione. Questo piccolo gioiello di “opera popolare”


CANZONI IN CONTROTENDENZA – Il sipario si alza su Piazza del Popolo e “Porta Portese”, luoghi iconografici della Roma di Baglioni, per raccontare l’evoluzione di un amore dall’inizio alla fine attraverso l’incontro (“Una faccia pulita”), il litigio (“Battibecco”), l’innamoramento (“Con tutto l’amore che posso…”), il matrimonio (“Io ti prendo come mia sposa”), l’amore del passato (“Questo piccolo grande amore”), la nostalgia (“Sembra il primo giorno”). Tocco di classe la copertina, con un disegno che proietta le emozioni in una visione fumettistica.