LaFil Milano

Nasce LaFil – Filarmonica di Milano

Nasce LaFil – Filarmonica di Milano, in cui artisti di fama internazionale e giovani talenti suonano per la prima volta insieme, fianco a fianco

Milano capitale della musica. E, ai tanti progetti, si unisce oggi anche LaFil – Filarmonica di Milano, una nuova orchestra che unisce generazioni diverse di musicisti con un unico scopo: diffondere la musica. Un progetto originale, spiegato dalle parole del direttore d’orchestra Marco Seco. “C’è rinnovo constante e passaggio di consegne tra lo spirito di una persona giovane e chi con più esperienza porta il suo sapere – dichiara Seco. E ancora: In questo c’è l’unicità di questo progetto, la sinergia fra questi due mondi“.

Scopri QUI tutti gli eventi a Milano


In questo nuovo intreccio di note di LaFil allora giovani talenti in ascesa si ritrovano al fianco di  musicisti affermati e provenienti dalle realtà più prestigiose. Tra queste Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra del Teatro alla Scala, Mahler Chamber Orchestra, Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, passando per l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, i Wiener e i Berliner Philharmoniker e l’Orchestre national de France.

Tra i fondatori di LaFil – Filarmonica di Milano, oltre a Seco, anche Luca Formenton, presidente del Saggiatore e della fondazione cui fa capo l’orchestra, Roberto Tarenzi, viola del Quartetto Borciani e docente al Conservatorio di Milano, Carlo Maria Parazzoli, primo violino di Santa Cecilia, con la consulente strategica Marilù Martelli e l’avvocato Paola Tradati.

I primi appuntamenti (ingresso gratuito)

L’ingresso della nuova Filarmonica di Milano è davvero con il botto. LaFil debutta infatti venerdì 31 maggio al Palazzo delle Scintille di Milano (via Poliziano 11, City Life) alle ore 20 con la Sinfonia n. 1 in si bemolle maggiore, op.38 e la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore, op. 97 di Robert Schumann. Alla direzione, Daniele Gatti, attuale direttore musicale del Teatro dell’Opera di Roma. E poi ancora vincitore del Premio Abbiati, nominato in Francia Chevalier de la Légion d’ honneur. Gli appuntamenti continuano poi il 2 giugno, ore 18, sempre Palazzo delle Scintille, sempre Schumann, questa volta con la Sinfonia n. 2 in do maggiore, op. 61 e la Sinfonia n. 4 in re minore, op. 120. Gli ingressi sono gratuiti, fino a esaurimento posti.

Per il calendario completo e maggiori informazioni: lafil.com

Scopri anche:
Europe City Festival, Milano racconta l’Europa
Liu Bolin e l’arte di scomparire al Mudec
Piano City Milano 2019
Photofestival: Milano capitale della fotografia d’autore