LaFil Milano

Nasce LaFil – Filarmonica di Milano

Nasce LaFil – Filarmonica di Milano, in cui artisti di fama internazionale e giovani talenti suonano per la prima volta insieme, fianco a fianco

Milano capitale della musica. E, ai tanti progetti, si unisce oggi anche LaFil – Filarmonica di Milano, una nuova orchestra che unisce generazioni diverse di musicisti con un unico scopo: diffondere la musica. Un progetto originale, spiegato dalle parole del direttore d’orchestra Marco Seco. “C’è rinnovo constante e passaggio di consegne tra lo spirito di una persona giovane e chi con più esperienza porta il suo sapere – dichiara Seco. E ancora: In questo c’è l’unicità di questo progetto, la sinergia fra questi due mondi“.

Scopri QUI tutti gli eventi a Milano

In questo nuovo intreccio di note di LaFil allora giovani talenti in ascesa si ritrovano al fianco di  musicisti affermati e provenienti dalle realtà più prestigiose. Tra queste Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra del Teatro alla Scala, Mahler Chamber Orchestra, Orchestra Sinfonica Nazionale della , passando per l’Orchestra del Comunale di Bologna, l’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia, i Wiener e i Berliner Philharmoniker e l’Orchestre national de France.

Tra i fondatori di LaFil – Filarmonica di Milano, oltre a Seco, anche Luca Formenton, presidente del Saggiatore e della fondazione cui fa capo l’orchestra, Roberto Tarenzi, viola del Quartetto Borciani e docente al Conservatorio di Milano, Carlo Maria Parazzoli, primo violino di Santa Cecilia, con la consulente strategica Marilù Martelli e l’avvocato Paola Tradati.

I primi appuntamenti (ingresso gratuito)

L’ingresso della nuova Filarmonica di Milano è davvero con il botto. LaFil debutta infatti venerdì 31 maggio al Palazzo delle Scintille di Milano (via Poliziano 11, City Life) alle ore 20 con la Sinfonia n. 1 in si bemolle maggiore, op.38 e la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore, op. 97 di Robert Schumann. Alla direzione, Daniele Gatti, attuale direttore musicale del Teatro dell’Opera di Roma. E poi ancora vincitore del Premio Abbiati, nominato in Francia Chevalier de la Légion d’ honneur. Gli appuntamenti continuano poi il 2 giugno, ore 18, sempre Palazzo delle Scintille, sempre Schumann, questa volta con la Sinfonia n. 2 in do maggiore, op. 61 e la Sinfonia n. 4 in re minore, op. 120. Gli ingressi sono gratuiti, fino a esaurimento posti.

Per il calendario completo e maggiori informazioni: lafil.com

Scopri anche:
Europe City Festival, Milano racconta l’Europa
Liu Bolin e l’arte di scomparire al Mudec
Piano City Milano 2019
Photofestival: Milano capitale della fotografia d’autore