Mahmood Rapide: il nuovo singolo (e video) con tutti i riferimenti a Milano

Mahmood pubblica Rapide, il nuovo singolo che anticipa un album di inediti e accompagnato da un video “omoerotico”. Il testo della canzone è pieno di riferimenti alla nostra città, Milano

Una ballata intima, sofferta, distante anni luce da Soldi con cui ha vinto Sanremo 2019 o dal successo estivo Barrio. Il nuovo singolo di Mahmood si chiama Rapide e quel Scalerò, scalerò, scalerai, scalerò è già comparso nei tweet di mezzo mondo. Il pezzo di Mahmood è molto personale e tanti sono i riferimenti alla nostra città, Milano. Si vabbeh, cominciamo col testo ma alla fine arriviamo al video, c’è da sentirsi male.

Puoi stare ore a chiedermi di non andare fuori dal Love/ o forse era un altro locale. A cominciare dalla frase con cui inizia il brano. Probabilmente si riferisce proprio al Love di via Melzo, noto locale in zona Porta Venezia, bar LGBT+ friendly e molto conosciuto.


Forse non ci sarò il venerdì a Loreto, se chiami non risponderò… Loreto, il quartiere di Milano tra corso Buenos Aires e viale Monza, a due passi da NoLo. Tra le cose più in voga del venerdì a Loreto c’è La Boum, dalle undici di sera alle quattro del mattino, la serata irriverente per chi ha voglia di divertirsi e ballare in uno dei gay bar più frequentati della città.

E poi ancora: Cosa farai se alle spalle lascerai Milano/ Ti prenderò la stanza bianca al primo piano. Ma non finisce qui. Veniamo al video. Uscito oggi, giovedì 23 gennaio, il video di Mahmood è una surreale mini storia omoerotica che a guardarla tutta c’è da rischiare l’infarto. Non tanto per il cantante in sella a una gigante tartaruga dorata, quanto più per quei lunghi minuti in cui canta in canotta bianca (poi se la toglie, tranquilli) circondato da quei bonazzi mezzi nudi. Fino a quando poi, alla fine, su tanto ben di Dio poco vestito, guarda un po’, scende la pioggia a dirotto. Guardare per credere.