milanodabere.it

La sagra del rock

Sabato 31 maggio le porte di San Siro si sono spalancate per accogliere il pubblico che avrebbe sentito suonare il primo gruppo italiano alla “Scala” del calcio milanese, i Negramaro, reduci da una tournée europea. L’obbiettivo del frontman della band Giuliano Sangiorgi, quello di realizzare più una festa di piazza che un concerto, è stato centrato.

BANG! SI COMINCIA – L’evento maratona è cominciato con tanti gruppi stranieri più o meno noti, come The Fratellis, Fink e The Fashion: la band salentina li ha voluti sul palco per una grande festa e diciamolo, per alcune etichette indipendenti certe occasioni sono da prendere al volo. Il pomeriggio è volato via tra note, schitarrate e risate. Il comico Dado ha messo in luce il dramma esistenziale di Giuliano Sangiorgi, che volle, fortissimamente volle, fare la rockstar nonostante quel nome da gatto di Kiss me Licia.

OROLOGI SALENTINI – Le nuvole milanesi sono state clementi e hanno sgombrato il cielo per dare il benvenuto, alle puntualissime ore 21.00 (poi dicono che i meridionali sono approssimativi) ai Negramaro. I membri del gruppo non si sono fatti intimorire dal pienone dello stadio e hanno sfoderato i loro successi (uno su tutti: L’immenso) per la gioia del pubblico, intrattenuto da Sangiorgi come neanche un animatore con i clienti di un villaggio turistico. I fans si sono scatenati, la pioggia ha rimandato il suo appuntamento sul cielo metropolitano e ancora una volta San Siro è stata una grande vasca per la buona musica, ad inaugurare una stagione estiva che proprio al Meazza inanellerà un mucchio di spettacoli che valgono il biglietto.

Francesca Spadea