Intervista a Diodato e Roy Paci

Il loro brano in gara a Sanremo 2018 è un capolavoro ed è maledettamente attuale. Diodato e Roy Paci, con il brano Adesso, cantano così: “Dici che torneremo a guardare il cielo, ad alzare la testa dai cellulari, torneremo a parlare davvero, senza bisogno di una tastiera, passeggiare ore per strada” e mentre chi vi scrive sta riportando una piccola parte del testo, la canzone sta passando in radio.

Sono dei nostri, Paci e Diodato (quest’ultimo osannato da Mina, così, #perdire), ti viene voglia di uscire con loro a bere una birra, a fare una bella mangiata – leggerete come si sono conosciuti i due, a proposito – e la sera prima della gara si sono quasi-baciati sul red carpet mentre Roy indossava una maglietta con quell’immagine mondiale (per fama e per importanza) di David Bowie e del fulmine ribelle dipinto sul viso, solo che al posto di Bowie c’era la faccia di Baglioni. Adoro.

Diodato e Roy Paci sul red carpet

Diodato e Roy Paci sul red carpet

Il vostro pezzo è il mio preferito, è uno dei più belli in generale.
Diodato: “È una canzone che ho scritto per cercare di ficcarmi in testa una cosa importante: una vita con pochi rimpianti è una vita fatta di tanti momenti, anche semplici e banali, ma vissuti intensamente. Tutte le cose più belle che ho vissuto sono state quelle in cui ero connesso ma con me stesso. Stare con un amico, parlare con una persone importante, stare anche da solo da qualche parte, le ripeto tante volte nel ritornello perché sono cose a cui tengo e a cui dobbiamo credere”.

Sembra la colonna sonora di un film. Non avete mai pensato alla cosa?
Paci: “Beh, se ci pagano! Scherzi a parte, Diodato ha davvero un grande gusto. Nel 45 giri c’è una versione strumentale di Adesso e nell’ascoltarla ci siamo immaginati un film immaginario. È una canzone in crescendo, parte da un respiro, da un fiato, per arrivare a un maestoso finale con tre ottoni. Sono tre ottoni molto rari perché non rientrano mai nelle orchestre più classiche, è il suono dei rituali, quello delle processioni del Sud Italia, il suono della banda, quello che ti ricordi”.

Diodato e Roy Paci, a Sanremo 2018 con Adesso

Diodato e Roy Paci, a Sanremo 2018 con Adesso

Come vi siete conosciuti?
Diodato: “Molti anni fa, in Puglia, dopo una bella cena in una masseria. A proposito, se Roy ti invita a cena non puoi rifiutare, ti porta sempre in posti dove si mangia veramente bene. Abbiamo fatto già molte collaborazioni, siamo una coppia di fatto da tempo”.

Insieme sembrate davvero felici: che importanza ha questa canzone per voi?
Paci: “Adesso per me rappresenta uno stato di felicità totale. Sono iper felice, iper innamorato, io, personalmente, sono in un momento molto produttivo per me e per gli altri, scrivere per i colleghi è un arricchimento enorme”.

Dopo Sanremo non faranno un tour insieme, per riprendere i loro live interrotti prima della gara. Dobbiamo goderceli ora. Adesso è tutto ciò che avremo, come cantano. La continua rotazione nelle radio dimostra che devono vincere. Per forza. Punto. Televotate.

© Copyright Milanodabere.it – Tutti i diritti riservati