casa della musica milano

Il Coronavirus e la crisi del settore musicale

La necessità di un intervento mirato per salvare una filiera: di fronte all’allarme e alla conseguente crisi del settore musicale nascono dieci proposte per risollevare la musica in Italia

Le principali associazioni che rappresentano la filiera imprenditoriale della musica e gli editori musicali hanno trasmesso al Presidente Conte e ai Ministri dei beni Culturali e dell’Economia una serie di interventi. Di fronte all’allarme Coronavirus e alla conseguente crisi del settore musicale, dunque, si vuole evidenziare lo stato di crisi dell’intero comparto. Di conseguenza, la necessità di misure urgenti.

Le associazioni firmatarie AFI, Anem, Assomusica, FEM, FIMI e PMI hanno descritto una situazione drammatica. Sono sospesi infatti gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura. Sono chiuse le attività commerciali inclusi gli esercizi attivi nel commercio di musica registrata. Secondo le stime di Assomusica, a fine stagione estiva ammonteranno a circa 350 milioni di euro le perdite per il solo settore del live. A questo danno vanno aggiunte poi ulteriori perdite e spiacevoli altre conseguenze.


Il Coronavirus e la crisi del settore musicale riguarda anche una serie di danni relativi al mancato versamento dei diritti d’autore. Le vendite di prodotto fisico, ancora, come e vinili, crollano di oltre il 70% tra marzo e aprile (dati FIMI). Il digitale, a causa della contrazione di novità in uscita, non è in grado di compensare il declino generale. Per questo e per altre questioni specificate nel documento, gli interventi richiesti a seguito del Coronavirus per il settore musicale coprono interventi urgenti a fondo perduto. Manovre fiscali e azioni operative. Estensione della durata dei voucher per i annullati. La creazione di un bonus cultura per le famiglie e così via. Il documento è consultabile qui: 10 proposte per salvare la musica in Italia.

Leggi anche:

Eurovision Song 2020, lo show alternativo
Arena di Verona, rinviati gli eventi e i concerti di maggio