Elisa e Tommaso Paradiso per sostenere la Protezione Civile

C’è un nuovo singolo in circolazione, si intitola Andrà tutto bene e ha la firma di e . I due artisti, insieme, hanno scritto la canzone in questi giorni di quarantena confrontandosi in diretta su , davanti a tutti i loro fan. Tutti i proventi della campagna sono destinati alla Protezione Civile

Mibact lancia Andrà tutto bene, la nuova campagna per la Protezione Civile sulle note della canzone donata da Elisa e Tommaso Paradiso. Tutti i proventi di Andrà tutto bene – come il nome della campagna si chiama anche la canzone – sono destinati a favore dell’emergenza Covid-19.

Un ringraziamento a Elisa e Tommaso Paradiso la loro canzone è un atto di generosità nei confronti del Protezione Civile“. Così il ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini nel giorno in cui è stata pubblicato il primo spot della nuova campagna del Mibact.


Il brano inedito nato su Instagram

Il brano inedito Andrà tutto bene è stato composto in questi giorni di isolamento in diretta Instagram da Elisa e Tommaso Paradiso con i loro fan e donato per una campagna di raccolta fondi per la Protezione e Civile. Un atto di generosità in risposta all’appello che il ministro Franceschini agli artisti italiani che contribuisce concretamente a rendere più serene queste giornate così difficili.

Gli artisti, tutte le società editoriali e discografiche e le collecting coinvolte rinunceranno ai propri proventi che saranno totalmente devoluti alla Protezione Civile rafforzando così l’iniziativa di beneficenza.

A questi si sommano le donazioni alla Protezione Civile che possono essere effettuate tramite bonifico, sia dall’Italia sia dall’Estero, usando le seguenti coordinate bancarie: Donazione a favore delle attività del DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE bonifico intestato a Pres. Cons. Min. Dip. Prot. Civ.
IBAN: IT84Z0306905020100000066387 – Causale: ANDRÀ TUTTO BENE. Qui per maggiori informazioni.

Leggi anche:

I classici dell’Elfo su Internet
Dj set da quarantena, quelli da non perdere