Concerto Andrea Bocelli Duomo di Milano, il video

: Music For Hope – Live From : un successo senza precedenti per il concerto live del tenore trasmesso in il giorno di Pasqua. Il video per rivederlo

La voce del tenore risuonava piena di speranza, nel giorno di Pasqua, all’interno di una suggestiva cattedrale tutta vuota. Così Andrea Bocelli si è esibito all’interno del Duomo di Milano. Una preghiera molto intensa e molto seguita, in streaming, in diretta mondiale.

Ad accompagnare la voce del tenore, durante il suo concerto-preghiera di Pasqua, solo la musica dell’organo suonato dal maestro Emanuele Vianelli, primo organista del Duomo a suonare l’organo più grande d’Italia, ospitato, appunto, proprio all’interno del Duomo di Milano. Nessun ascoltatore tra il pubblico, nessuna stampa accreditata.


Tra i brani del concerto di Andrea Bocelli in Duomo, Panis angelicus di Ce’sar Franck, Ave Maria di Bach/Gounod. Santa Maria Mascagni e, ancora, l’immancabile Amazing Grace, inno cristiano di ringraziamento settecentesco, all’esterno, con la facciata della chiesa alle spalle.

Un successo unico al mondo

Il concerto di Pasqua Andrea Bocelli: Music for Hope all’interno del Duomo è stato un successo. Durante i canti di preghiera del tenore, e dopo, si sono registrate 25 milioni di visualizzazioni. Il concerto di Bocelli è stato trasmesso in diretta streaming sul suo canale YouTube e rilanciato poi da TV e piattaforme online di tutto il mondo.

La sensazione di essere contemporaneamente solo, come lo siamo tutti, al cospetto dell’Altissimo, eppure di esprimere la voce della preghiera di milioni di voci, mi ha profondamente colpito e commosso” afferma Andrea Bocelli al termine del suo concerto. Mezz’ora di preghiera in grado di colpire chiunque, complice il fascino di una piazza e di una cattedrale, tra le più noti nel mondo, vuota. A cui si aggiunge il talento del tenore. Di seguito il video per rivedere l’intero concerto.

Il video del concerto di Andrea Bocelli in Duomo

Leggi anche:

Musei digitali, l’arte in streaming
Il Mibact celebra Mina