casa della musica milano

Casa della Musica: nasce a Milano, negli studi Sony

La Casa della Musica nasce nella sede di Sony Music Italy. Previsti due open day per entrare nel tempio della musica italiana: il 22 e 23 novembre

La Casa della Musica si trova a Milano, è il tempio della musica italiana ed è, finalmente, visitabile. Custodisce tutti i suoni e tutti i ricordi degli studi dove registravano le loro canzoni artisti come Gianni Morandi, Lucio Dalla, Francesco De Gregori, Claudio Baglioni, Antonello Venditti, Renato Zero, solo per citarne alcuni. Studi che dalla fine degli anni ’40 fino al 1987 hanno rappresentato per davvero la casa della musica italiana, erano gli studi RCA, un pezzo di storia che all’epoca si trovava a Roma, in via Tiburtina. 

Tutti (o quasi) passavano di lì. Al bar dell’azienda, diventato mitico, si incontravano artisti, operai, dirigenti. Gli Studi erano un luogo dove la musica si respirava, non solo si produceva e si ascoltava.


Scopri QUI tutti i concerti a Milano

Open Days: 22 e 23 novembre presso gli studi della Sony

Oggi, quella magia è pronta a rinascere grazie ai nuovi RCA Recording Studios, nella sede milanese di Sony Music (via Imbonati, 22, a Milano). Un luogo sacro aperto a tutti, ma solo per due giorni: il 22 e il 23 novembre, simbolicamente nel corso della Milano Music Week. Si possono visitare dalle 10:00 alle 20:00, l’ingresso è su prenotazione. Basta scrivere una mail a rcarecordingstudio.italy@sonymusic.com

In un momento di grandissimo cambiamento di tutto lo scenario del mercato della musica, la nostra missione principale è avere un’attenzione particolare nei riguardi della creatività degli artisti – racconta Andrea Rosi, presidente di Sony Music Italia. E continua: “Qui devono sentire di poter avere sempre un appoggio. Nella nostra sede inaugurata un anno fa, abbiamo prima creato un auditorium, luogo perfetto per concerti e incontri, ed ora questi studi. Mi piace molto pensare che qui tutti i nostri artisti abbiano qui un punto di riferimento. Ovviamente gli studi sono per loro accessibili, gratuitamente“.

L’occasione per toccare con mano un luogo dove si vive e si lavora la musica quotidianamente. Non solo. Si tratta anche del luogo in cui gli artisti si incontrano, condividono idee, progetti, canzoni. Il luogo in cui nascono gli album che segnano le classifiche della musica italiana. 

E poi ancora. Da qui passa il meglio della tecnologia contemporanea a disposizione dei migliori artisti e produttori italiani. Un viaggio, anche, tra regie ad alta tecnologia digitale analogica, sale di riprese per la registrazione degli strumenti e una creata apposta per la voce. Un sogno, che si avvera. Almeno per tutti gli appassionati di musica. 

Scopri anche:
Trap, viaggio nella musica del momento
Milano Music Week, il programma