Vasco Rossi sorride in una scena del documentario che narra la storia del suo primo album

Uno speciale album di Vasco per il primo 33 giri

Il 7 dicembre esce in edizione limitata il primo album di Vasco Rossi, che compie quarant’anni. Il 28 novembre su Sky Arte il documentario che racconta il disco tra aneddoti e curiosità

Correva l’anno 1978 quando uscì l’album di debutto di Vasco Rossi. Oggi, a 40 anni di distanza, la Sony Music celebra questo mito vivente della musica italiana con una versione speciale e ricca di sorprese di Ma cosa vuoi che sia una canzone. Una bella occasione per riassaporare un capolavoro della musica italiana. Nel cofanetto, oltre al disco, anche il libro-intervista del giornalista Marco Mangiarotti.

Copertina del primo album di Vasco Rossi nella versione che festeggia il suo 40esimo compleanno
La cover rielaborata dall’originale del cofanetto, in edizione Limitata Numerata, di Ma cosa vuoi che sia una canzone R>PLAY Edition 40th

Il restauro digitale del primo 33 giri di Vasco Rossi 

Il 7 dicembre uscirà il cofanetto Sony Music (Legacy) in edizione Limitata Numerata con contenuti esclusivi. Ma cosa vuoi che sia una canzone R>PLAY Edition 40th. Questo sarà solo il primo di quattro volumi di una speciale serie celebrativa intitolata R>PLAY dedicata ai 40esimi anniversari degli album da studio di Vasco Rossi. Rimasterizzato con la migliore definizione possibile, ovvero a 24bit/192KHZ, negli studio Fonoprint da Maurizio Biancani, questo disco riacquista una vitalità e una freschezza unica. Dai nastri analogici al restauro digitale, tutto l’album ha mantenuto però tutti i suoni originali. 

Vasco in concerto a San Siro: scopri QUI tutte le informazioni!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un documentario ripercorre tutto il disco, brano per brano

Questo album, inciso e pubblicato, con la collaborazione di Gaetano Curreri (compositore e frontman degli Stadio), contiene brani come La nostra relazione, Silvia, Tu che dormivi piano (volò via), Jenny è pazza, Ambarabaciccicoccò, Ed il tempo crea eroi e Ciao che anticipano molti dei temi che Vasco Rossi porterà avanti negli album successivi fino ad oggi.

Per chi vuole saperne di più, non deve perdersi il documentario che andrà in onda il 28 novembre alle 21.15 su Sky Arte (canale 120 e 400 di Sky), della nuova serie 33 Giri – Italian Masters, dedicato a MA COSA VUOI CHE SIA UNA CANZONE, il primo 33 giri di Vasco Rossi. 

Vasco e l’annuncio ai fan del suo nuovo tour: guarda il video!

La storia di Vasco tra aneddoti e curiosità

Nel documentario i protagonisti sono, oltre a Vasco Rossi, Gaetano Curreri e Maurizio Biancani in sala di registrazione, seduti davanti al mixer dello storico studio di registrazione Fonoprint di Bologna. I tre riascoltano, brano per brano, tutto l’album. Ne viene fuori un pezzo della storia della musica italiana tra aneddoti, curiosità, risate e momenti commuoventi. 

L’immaginario di Vasco

Vasco Rossi da subito fu capace di creare immagini ed emozioni molto forti nei suoi brani, come per esempio, in Silvia. Una ragazzina che sta diventando donna che sulle labbra si mette “un po’ di rossetto”. Ma c’è anche la politica: in Ambarabaciccicoccò, Vasco inaugura lo stile della canzone teatrale. In anni in cui la sinistra storica era in crisi, la rockstar evidenzia la necessità di “fare le riforme” e non la rivoluzione. In questo disco c’è anche la voglia di raccontare il disagio, ma sempre con garbo e delicatezza come in Jenny è pazza

Scopri anche:

Vasco: Jenny è pazza diventa un video in motion graphic
Eros Ramazzotti Vita ce n’è: il nuovo album
Linecheck Music Meeting Festival: donne e musica