Passione food delivery: Just Eat il migliore in Italia

Cresce la reputazione per il food , il primo in Italia è Just Eat: sono questi i dati, che riportiamo, di uno studio di Zwan, azienda specializzata in corporate reputation, attraverso l’algoritmo del Reputation Rating

Tutti pazzi per il delivery, già si era capito, soprattutto in questo periodo complesso. Lo scoppio della pandemia e le conseguenti misure restrittive hanno indubbiamente accelerato lo sviluppo del segmento del food delivery. Secondo i dati de Il Sole 24 Ore, sono 1,3 milioni i nuovi “consumatori digitali”. Il 20%  nel settore food. Consumatori che iniziano a ordinare online proprio a seguito del lockdown.

Una crescita che, però, non è stata priva di difficoltà. Soprattutto per quanto riguarda la gestione dei rider. Zwan, azienda specializzata in corporate reputation, decide di analizzare le reputazioni dei principali brand del settore. Just Eat, Deliveroo, Glovo e Uber Eats. Lo fa attraverso l’algoritmo del Reputation Rating.


Si tratta di un sistema di calcolo pesa e misura le dimensioni della reputazione. Certifica così una serie di parametri oggettivi e soggettivi, attraverso la tecnologia blockchain. Nel dettaglio, è stata svolta un’analisi di media intelligence e una web reputation analysis. Rilevando dunque il sentiment online degli utenti e dei consumatori in Italia, e della loro percezione in merito alla gestione dell’emergenza.

Dallo studio risulta che la migliore reputazione è quella di Just Eat

Seguita da Deliveroo, Uber Eats e, infine, Glovo. Just Eat, in virtù della decisione dello stesso AD Italia, Daniele Contini, di assumere i rider come dipendenti dal 2021, ha visto aumentare di molto la sua reputazione. Anche i parametri come le performance finanziarie e la qualità del proprio servizio sono state premiate nel periodo di .

Deliveroo è al secondo posto della classifica. Uber Eats si ritaglia la terza posizione. Infine, sebbene Glovo goda di buona reputazione, nell’ultimo periodo è il brand che più sembra aver sofferto di disservizi e problemi verso i consumatori. Un asset più critico del suo quadro reputazionale, che lo vede scivolare in quarta posizione.

Per maggiori dettagli sullo studio in questione clicca qui.