Festa del Torrone Cremona

Festa del Torrone 2020, le date e il programma

riparte dall’evento più dolce che ci sia, la Festa del Torrone 2020. In versione ridotta, ma altrettanto ricca di appuntamenti, la rassegna prevede anche la consegna del Premio Torrone d’oro a quattro donne che hanno rappresentato il territorio cremonese in Italia e nel mondo e uno speciale omaggio alla Lombardia realizzato, naturalmente, in torrone

La cosa più dolce, come il titolo di un film di qualche anno fa, una commedia divertente che parla d’amore. Sarà divertente e piena d’amore per la città di Cremona la cosa più dolce in programma, invece, dal 16 al 18 ottobre. Si tratta della Festa del Torrone 2020 con cui la città riparte dopo un periodo così complesso come quello dell’emergenza sanitaria. Tre giorni a Cremona pieni di eventi, appuntamenti golosi, le tradizioni come le maxi costruzioni di Torrone e il Torrone d’Oro, che da sempre accompagnano la festa.

Alla scoperta di Cremona

Il torrone torna protagonista dell’appuntamento tradizionale dell’autunno cremonese–  dichiara Lara Magoni, Assessore al Turismo, Marketing Territoriale e Moda -. Celebrare il dolce simbolo della città del Torrazzo significa rendere omaggio a una delle eccellenze gastronomiche della Lombardia e del Made in Italy. Addentrarsi nel centro storico per le vie acciottolate, soffermarsi alle botteghe dei liutai, tra una visita al Teatro Ponchielli e un passaggio al Museo del Violino. Fino ad approdare sulla piazza del Comune per visitare il famoso Torrazzo e il Duomo. Permette di apprezzare fino in fondo un luogo che merita di tornare ad essere meta turistica privilegiata della Lombardia“.


La Festa infatti è l’occasione per conoscere più da vicino la città, con le visite guidate e le rievocazioni storiche organizzate proprio in occasione della kermesse – qui il programma giorno per giorno.

Una dolce anteprima

Tre giorni dedicati al torrone, dunque, che anticipano la grande festa che si terrà nel 2021. “L’evento articolato su nove giorni e ricco di spettacoli, appuntamenti gastronomici e culturali, è stato rinviato al prossimo anno. Un evento che si potrà in ogni caso pregustare grazie all’anteprima, in programma dal 16 al 18 ottobre, dove il protagonista sarà come sempre il dolce tradizionale e più conosciuto di Cremona: il torrone.

Ecco dunque l’idea di una mostra mercato nel centro storico con degustazioni, rigorosamente su prenotazione. Da cui ripartire per continuare a valorizzare come sistema le eccellenze e le professionalità che sono la ricchezza di questa città. Una città che in questi anni si è impegnata raccontando molto in Italia e nel mondo e che desidera continuare a lavorare per crescere e svilupparsi. Nell’anno della inaugurazione del nuovo Campus di Santa Monica la città continua il suo percorso di sviluppo e lo rafforza con innovazione e coraggio“.

A spiegare i tre giorni dell’autunno cremonese sono Gianluca Galimberti, Sindaco di Cremona e Barbara Manfredini, Assessore al Turismo, City Branding e Sicurezza al Comune di Cremona, in occasione della presentazione dell’evento.

Gli eventi da non perdere

Il Premio Torrone d’Oro, tradizionale riconoscimento che quest’anno verrà assegnato a Sasha Achilli, filmmaker che ha firmato un docufilm sull’emergenza Coronavirus all’ospedale di Cremona. A Lena Yokoyama, la violinista che suonò sul tetto dell’ospedale di Cremona durante il lockdown. Elena Pagliarini, l’infermiera dell’Asst di Cremona, protagonista dello “scatto rubato” che ha fatto il giro del mondo, durante un estenuante turno di lavoro durante i mesi più drammatici della pandemia. Francesca Mangiatordi, medico di pronto soccorso all’ospedale Maggiore di Cremona che scattò la foto divenuta simbolo del Coronavirus.

Ancora, in occasione della Festa del Torrone 2020 verrà consegnato anche il Premio Bontà, al pneumologo cremonese Giancarlo Bosio. Il medico ha lottato in prima linea per salvare più vite umane possibili nella città italiana più colpita dal virus in proporzione alla popolazione.

Da non perdere: sfide gastronomiche, degustazioni, il percorso sensoriale proposto da Sperlari che rappresenta un goloso anticipo del Natale. E poi, dall’azienda Rivoltini, la spettacolare realizzazione della Lombardia in versione torrone over size, sei metri di bontà, e l’assegnazione del titolo Ambasciatore del Gusto 2020 al pasticcere Alessandro Del Trotti. Numerose iniziative anche da parte dell’azienda Rivoltini, come la desgutazione di torrone a bordo del battello Mattei e molti altri ancora.

Qui per il programma completo.