pastry best 2018

Al via Pastry Best 2018, il simposio sulla pasticceria italiana contemporanea

In occasione di Pastry Best verrà stilato il Manifesto della pasticceria italiana contemporanea. Appuntamento il 24 e 25 settembre

Pastry Best è il simposio tecnico sulla pasticceria contemporanea che la Scuola di Petra Molino Quaglia organizza dal 2016. Un appuntamento a cui partecipano pasticcieri da tutta Italia. E, per la terza edizione, saranno coinvolti nella messa a punto di un processo sostenibile per l’uso quotidiano del lievito madre vivo e per l’uso in pasticceria di ingredienti freschi di stagione, frutta e verdura, come una valida alternativa. L’appuntamento è per il 24 e il 25 settembre a Vighizzolo d’Este (Padova), presso la sede dell’azienda.

Pastry Best 2018 vuole attrarre l’attenzione dei pasticcieri artigiani verso un pubblico di consumatori gourmet in rapida crescita. Si tratta di una fascia di consumatori di buon livello culturale. Con età compresa tra i 30 e i 50 anni, che sentono l’importanza di un’alimentazione sana da abbinare ad una vita attiva per curare il benessere della persona. Parlo di un pubblico curioso di esplorare le nuove frontiere della gastronomia alla ricerca di ricette che ripropongono la tradizione italiana in chiave contemporanea. (Piero Gabrieli, direttore marketing del Molino Quaglia)

L’edizione 2018 di Pastry Best diventa un’opportunità di contatto diretto tra i pasticcieri del simposio e la stampa attenta ad un’alimentazione in linea con i moderni stili di vita. E un’occasione per aprire il dibattito tra gli artigiani del dolce (ma in misura crescente anche del salato) e anche i giornalisti nel ruolo della voce dei loro lettori.

Pastry Best 2018: i temi delle due giornate

I temi delle due giornate sono il lievito madre vivo per una pasticceria quotidiana naturale. La pasticceria contemporanea tra tradizione italiana e stile gourmet. L’utilizzo di frutta e verdura in pasticceria. La riduzione di zuccheri e grassi, per una pasticceria più leggera e salutare. 

Il tutto, sotto l’attenta guida di Corrado Assenza, massimo maestro di una pasticceria artigiana italiana che segue un percorso di ricerca e di conoscenza degli ingredienti legati alla storia di un territorio. Assenza usa le tecniche della cucina per eliminare il confine tra dolce e salato. È propulsore di una pasticceria contemporanea e che, allo stesso tempo, vuole mantenere la tradizione della cultura gastronomica, osando negli abbinamenti per aggiungere note di avanguardia alla golosità dei suoi piatti.

Per maggiori informazioni: pastrybest.it