Ondance 2018 - Roberto Bolle all'Arco della Pace

Intervista a Roberto Bolle: con la sua OnDance, la danza accende Milano

L’Étoile del Teatro Alla Scala Roberto Bolle presenta la sua On Dance, una settimana tutta dedicata alla danza. “È la mia occasione per ringraziare Milano”

I milanesi impazziranno letteralmente, sfrutteranno ogni occasione, confermeranno quanto questa città sia stimolante: Roberto Bolle regala a Milano l’opportunità di condividere con lui, testimone straordinario di Milano e del Teatro Alla Scala nel mondo, tutto l’amore per la danza“. Sono le parole con cui il sindaco Giuseppe Sala presenta On Dance – accendiamo la danza, la grande festa della danza ideata dal primo ballerino Roberto Bolle che dall’11 al 17 giugno anima, anzi, accende Milano.

Una festa fortemente voluta dall’Étoile Roberto Bolle e che si rivolge soprattutto ai più giovani. Spettacoli, gala, eventi, workshop di danza classica, contemporanea e street, corsi accademici, laboratori di disegno del movimento, giocodanza, lezioni di sbarra open air, flash mob, mostre fotografiche, installazioni live, maratone di swing, corsi notturni di tango in Galleria Vittorio Emanuele. Tu chiamale se vuoi emozioni (qui per il programma completo).

Ho sognato una grande festa di tutte le danze. Milano è il palcoscenico perfetto (Roberto Bolle)

Dal Castello Sforzesco al Teatro degli Arcimboldi, dalle Università alle sale cinematografiche, da Parco Sempione con il suo Teatro Burri a Piazza Duca d’Aosta di Stazione Centrale e così via. Per una settimana, la nostra città diventa un grande palcoscenico a cielo aperto che permette di emozionarsi quasi sempre a ingresso gratuito. 

Noi di Milanodabere.it abbiamo intervistato il ballerino di fama internazionale, in occasione della presentazione di On Dance. Con la voce un po’ rotta per l’emozione – e con un corpo mozzafiato, che te lo dico a fare – ci ha parlato della sua Milano e di come ha deciso di ringraziarla.

Ondance 2018 - Roberto Bolle con gli street dancers Red Bull Dance your styyle
Ondance 2018 – Roberto Bolle con gli street dancers Red Bull Dance your style

Roberto, com’è nato questo progetto dedicato alla danza?
Volevo regalare a Milano una settimana in cui la danza è protagonista. Sono molto emozionato, è un momento molto importante del mio percorso artistico. La mia idea è sempre stata quella di portare la danza fuori dai teatri o dai luoghi più comuni e ora ce l’abbiamo fatta. La danza è un’arte raffinata ed elegante ma deve essere accessibile a chiunque. Se ci pensi non tutti si possono permettere un biglietto per il Teatro Alla Scala.

Dalle tue parole si percepisce un legame molto intenso con Milano.
Sono a Milano da quando ho 11 anni, da quando sono venuto qui per entrare nel corpo di ballo del Teatro Alla Scala. Milano mi ha adottato, è una città che mi ha dato molto, è cosmopolita, internazionale, sa guardare il resto del mondo, può offrire molte occasioni professionali anche a livello internazionale, come ha fatto con me. Mi ha dato tanto e questa rassegna è l’occasione per dire grazie alla città e per restituirle qualcosa.

ondance Roberto Bolle
Ondance 2018 – Roberto Bolle con i ballerini del corpo di ballo del Teatro alla scala e gli street dancers Red Bull Dance your Style

Il festival OnDance comincia proprio al Castello Sforzesco, lunedì 11, ore 20.00, con l’Opening Show. Un luogo a te caro.
Sì, sono molto contento. Tempo fa, lì dentro, ho ballato cose come Don Chisciotte, Il lago dei cigni, Giselle, l’idea di tornare lì e di cominciare tutto al Castello mi emoziona davvero tanto.

Racconti della tua missione, quella di portare la danza fuori dai teatri: adesso è arrivata per le strade della città. Non solo: sempre grazie a te la danza è stata anche in prima visione TV. Quali altri posti mancano, a questo punto, per diffondere quest’arte?
Non manca più niente. La danza è arrivata nelle strade, nei teatri, in TV, è davvero dappertutto. Il mio impegno, adesso, è quello di portare, con la mia arte, la qualità e dei valori sani. Vorrei portare questi valori a tutti, soprattutto ai più giovani che, in occasione di On Dance, possono iscriversi a lezioni o workshop gratuiti e possono avere la possibilità di vincere delle borse di studio.

On Dance
Roberto Bolle con i ballerini del corpo di ballo del Teatro Alla Scala e gli street dancers Red Bull Dance your Style

Ecco, i workshop: nella settimana della tua rassegna non sei solo ballerino, ma anche insegnante. Ci hai mai pensato seriamente?
Mi sono reso conto che nella mia vita, così come nella mia carriera, sono successe tante cose a cui non avrei mai pensato, cose che non erano mai state, prima, nelle mie aspettative o nei miei progetti. Sono consapevole della grande responsabilità che ho nel mondo della danza e nel panorama culturale italiano: se qualcosa mi sembra possibile realizzarlo al meglio, allora lo faccio.

Ci saranno altre edizioni di On Dance, in futuro?
Lo valuteremo in base alla risposta del pubblico. Di sicuro, l’idea di accendere Milano con l’arte della danza è qualcosa che mi piace moltissimo.