Il ritorno del Festival delle Abilità a settembre a Milano

Giunto alla sua seconda edizione, il Festival delle Abilità ritorna a Milano. Musica, arte e poesia durante il terzo weekend di settembre presso il Parco della Cascina Chiesa Rossa

Venti artisti tra scultori, poeti, pittori, attori, musicisti e maghi dei giochi di ombre. Sono loro i protagonisti, il 19 e 20 settembre (dalle 16 alle 22), della festa – festival delle Abilità a Milano. Un’iniziativa volta all’integrazione delle fragilità sociali attraverso la valorizzazione dei talenti delle persone con e senza esigenze speciali.

Il Festival delle abilità 2020 riguarda la “Disabilità Ritrovata”. Una manifestazione ibrida ovvero disponibile sia in presenza (nel pieno rispetto delle normative del distanziamento sociale in vigore a settembre) sia in
modalità online. Il tema è la speranza e la solidarietà che non si spegne, per valorizzare quei progetti che sono nati o proseguiti durante la quarantena. E che sono diventate vere e proprie opere d’arte.


Gli ospiti

Accanto ad artisti di fama internazionale – fondazione Pomodoro, lo scultore Felice Tagliaferri e la ballerina/pittrice Simona Atzori – anche associazioni e performer legate alla zona: DopolavoroStadera, Teatro Montessori& Brandao e molti altri .

Rivive così lo spirito della musica dai balconi che ci ha tenuti uniti durante la lotta al Covid e il relativo periodo di isolamento. Questa volta, però, rivive attraverso un evento pubblico. Il progetto si basa sulla convinzione che non esistono differenze a priori fra le abilità degli esseri umani e l’obiettivo di fondo è promuovere una cultura inclusiva dove siano messe in risalto le capacità delle persone in quanto tali, a prescindere dalla loro condizione di vita. Per questo sono previsti laboratori artistici accessibili a tutti. Qui per maggiori informazioni.

Leggi anche:

Cuori impavidi, al via la rassegna di eventi estivi all’Idroscalo
Estate 2020 a Milano: la guida completa agli eventi
Scendi c’è il cinema, i film d’estate nei quartieri di Milano da riscoprire