Rutger Hauer, addio al replicante di Blade Runner

Rutger Hauer, il famoso replicante di Blade Runner, si è spento pochi giorni fa. Aveva 75 anni. Molte star di Hollywood lo ricordano sui social

La notizia della morte di Rutger Hauer è stata resa nota dal suo agente solo ieri, a funerali già svolti. L’attore olandese se n’è andato il 19 luglio, dopo una breve malattia. Con una carriera lunghissima di oltre 170 film, rimane però famoso per la sua leggendaria interpretazione del replicante del film di Ridley Scott Blade Runner.

Come lacrime nella pioggia…

Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. È tempo di morire“. Con questo monologo pronunciato alla fine del film culto di Ridley Scott Blade Runner, Rutger Hauer nei panni del replicante Roy Batty è entrato nella storia del cinema. Tutti lo ricordano infatti per quella scena e per quelle parole sussurrate sotto una pioggia implacabile, come la morte: “time to die“. Ironia della sorte, il film è del 1982 ma ambientato nel 2019. Quindi l’attore se n’è andato proprio nell’anno in cui moriva il suo celebre personaggio.


Da Ridley Scott a Guillermo del Toro ricordano Rutger Hauer sui social

La notizia della morte di Rutger Hauer ha colpito le star di Hollywood, che hanno voluto ricordare l’attore olandese sui social. Ridley Scott, il regista di Blade Runner, lo chiama “gigante buono“. Guillermo del Toro, invece, come “un attore intenso, profondo, genuino e magnetico”. Il cantante dei Kiss Gene Simmons lo ricorda come “un gentleman, sempre gentile e dal cuore grande”.

Una vita dedicata al cinema

Il mondo lo ricorda soprattutto per il ruolo di replicante nel film di Ridley Scott Blade Runner accanto a Harrison Ford. Ma la carriera di Rutger Hauer conta più di 170 titoli. Tra i suoi ruoli, rimangono memorabili quello di Etienne Navarre in Ladyhawke accanto a Michelle Pfeiffer. E anche quello di feroce killer nel film di Robert Harmon The Hitcher. In Italia aveva lavorato con Ermanno Olmi nella pellicola La leggenda del santo bevitore. Con Dario Argento in Dracula 3D e con Lina Wertmueller In una notte di chiaro di luna.