Il Cinemino

Le iniziative virtuali de Il Cinemino

Al Cinemino, le cine-ricette con Fame di Cinema e Lessico di Cinema in , in attesa di rivedere la sala aperta al pubblico nuovamente. Per il 25 aprile appuntamento con #panoramidilibertà

Il Cinemino, in questo periodo difficile, continua a stare virtualmente vicino ai suoi soci utilizzando il linguaggio di quel cinema che tanto ci manca. Fame di Cinema? Ecco una serie di veloci ricette nate dalle suggestioni cinematografiche. Come fare la torta sacher di Nanni Moretti in Bianca. I cioccolatini di Volere Volare di Maurizio Nichetti. Lo strudel di Bastardi senza Gloria di Tarantino. I gamberi come insegna Bubba in Forrest Gump, il cocktail di gamberi alla Blues Brothers. E se non è ancora abbastanza, ecco la Ratatuille, la frittatona di cipolle del ragionier Fantozzi, Big Kahuna Burger di Pulp Fiction, spaghetti con polpettine al sugo de L’Appartamento di Billie Wilder…

Accanto alle proposte culinarie, la nuova rubrica Parla Come Mangi. Brevi video-pillole di Lessico di Cinema. Il Piano americano e Campo e controcampo, il significato di termini come ciak, dolly, effetto notte, fuoco, quinta, giornalieri, runner, carrellata, final cut, dissolvenza e così via. Per diventare, in quarantena, dei veri esperti di cinema.


Il Cinemino poi ha lanciato la campagna social #tornerannolesale. Si invita chiunque a postare brevi video per raccontare il Cinema che vi manca e il cinema che vorreste usando l’hashtag dedicato.

L’evento del 25 aprile

Il 25 aprile anche Il Cinemino sostiene l’iniziativa Panorami di Libertà per colorare con immagini i muri della città. Alle 21.30 infatti i muri della città di Milano si coloreranno di immagini grazie alla call attivata in questi giorni da Cinevan e dalle realtà aderenti, tra cui Il Cinemino. Chi possiede un videoproiettore o un vecchio proiettore per diapositive, lo posiziona sul davanzale della finestra. Sceglie delle foto, scene di film, visioni di paesaggi o immagini capaci di raccontare cos’è oggi la Liberazione e la proietta sul muro dei vicini.

Chi non ha un proiettore può partecipare pubblicando foto o video di pochi secondi sulla pagina dedicata all’evento Panorami di Libertà oppure con l’hashtag #panoramidilibertà.

Leggi anche:

Drive In per andare al cinema post Coronavirus
Coronavirus: la crisi del settore musicale