Il Giovane Picasso. Science & Charity, Picasso, 1897, EOS Young Picasso

Il Giovane Picasso arriva al cinema

Il Giovane Picasso: La Grande Arte al Cinema torna nelle sale italiane con il docu-film sulla vita del poliedrico artista spagnolo

Il Giovane Picasso è il film nei cinema italiani solo il 6, 7 e 8 maggio. Il docu-film prodotto da Nexo Digital è un’altra tappa dell’ambizioso progetto La Grande Arte al Cinema. Come una detective story, il lungometraggio ripercorre la vita dell’artista poliedrico e innovatore.

Il Giovane Picasso racconta gli eventi che portano un ragazzo del sud della Spagna a diventare un pilastro dell’arte mondiale. È un viaggio nei territori inesplorati dei capolavori del genio spagnolo: approfondimenti di storici dell’arte e lettere scritte ad amici e amanti. Diretto da Phil Grabsky, il film prevede anche la partecipazione straordinaria del nipote dell’artista, Olivier Widmaier Picasso.


Scopri QUI il nostro canale dedicato al Cinema

Il percorso a tappe della vita di Picasso: Málaga, Barcellona e Parigi 

Il Giovane Picasso, in particolare, si concentra sul ruolo che ebbero Málaga, Barcellona e Parigi nella vita dell’inventore del cubismo, dal punto di vista artistico e personale. Málaga, infatti, è il luogo in cui nasce Pablo y Ruiz Picasso il 25 ottobre 1881. È qui che muove i primi passi la sua passione per l’arte, anche grazie alla spinta del padre, pittore e insegnante di disegno, che capisce subito le doti creative del figlio.

A Barcellona, invece, si trova un Picasso giovane, carico di energie e voglia di sperimentare. Nella capitale spagnola Pablo frequenta la Scuola delle Belle Arti, pur ripudiandone la tendenza accademica. Nel frattempo, passeggiando per le strade della città, si innamora dell’architettura e dell’eclettismo di Gaudì, da cui trae ispirazione. Qui, inoltre, presto si inserisce nella cerchia del caffè Els Quatre Gats. L’ambiente è perfetto per dialogare con gli altri giovani artisti e intellettuali della città sul modernismo architettonico.

Tutte le mostre a Milano QUI

E, infine, Parigi… Nei progetti dell’artista è solo una tappa intermedia prima di recarsi a Londra, ma ne rimane conquistato. La città è cruciale nella formazione di Picasso ed è il luogo perfetto per un’indole innovatrice e controversa, come la sua. Questo è, infatti, il periodo più prolifico della sua arte. Dalla fase blu intrisa di malinconia per la morte dell’amico Carlos Casagemas, alla fase rosa che raffigura l’atmosfera fanciullesca e idilliaca dei saltimbanchi. E poi arriva il cubismo: la corrente artistica che ha sconvolto l’arte precedente e condizionato quella futura.

In definitiva, Il Giovane Picasso punta la lente d’ingrandimento su uno degli artisti più poliedrici, creativi e controversi che l’arte abbia mai visto, tornando sui suoi passi e ripercorrendoli. Da non perdere.

Scopri anche:
Adriano Giannini, voce di Gauguin: l’intervista
Stefano Accorsi porta Tintoretto al cinema