film al cinema

Fondazione Cineteca di Milano, il programma del 25 aprile

In occasione della Festa della Liberazione dal Nazi-Fascismo la Fondazione Cineteca di Milano propone alcuni documenti d’archivio che ripercorrono l’importanza di questa ricorrenza. Ecco i lungometraggi da poter guardare in

Sono cinque le possibilità di ripercorrere l’importanza della giornata del 25 aprile e del suo significato pensate da Fondazione Cineteca Milano. Cinque documenti d’archivio da poter guardare in streaming, collegandosi semplicemente al sito della Fondazione, che già, in questo periodo di emergenza sanitaria, ha messo a disposizione il suo archivio (qui tutte le informazioni).

Ecco quali sono le pellicole pensate per la giornata del 25 aprile.


Milano Liberata

Si tratta di un insieme di alcune rarissime e inedite scene della liberazione di Milano da parte delle truppe alleate all’indomani del 25 aprile 1945. Con la marcia dei rappresentanti del CLN Alta Italia in Piazza del Duomo e il discorso degli ufficiali americani davanti al Castello Sforzesco.

Fondazione Cineteca di Milano, Fratelli Rosselli

In questo documentario d’archivio, alcune preziose testimonianze di Maria Agostini, Fausto Nitti, Emilio Lussu e Ferruccio Parri. Testimonianze circa le celebri figure dei fratelli Carlo e Nello Rosselli, giornalisti e militanti antifascisti uccisi in Francia dai sicari del regime fascista italiano nel 1937.

Il delitto Matteotti

In questo docufilm proposto da Fondazione Cineteca di Milano si ripercorrono gli eventi salienti che portarono all’uccisione di Giacomo Matteotti nel 1924 per mano delle falangi fasciste italiane, durante una oscura campagna elettorale.

Via Oslavia 8. Partigiani

Prodotto e distribuito da Nitrato Srl. della Cineteca di Milano, racconta la Resistenza a partire dal punto di vista privilegiato della sala cinematografica storica di Paderno Dugnano, Area Metropolis 2.0. Per la precisione, da un fatto di sangue lì avvenuto nel 1945. Con una serie di testimonianze e preziosi filmati d’archivio della Cineteca di Milano, il film propone una riflessione più ampia sui temi della Resistenza oggi e sull’importanza di tenere vivo il ricordo di storie e persone, altrimenti destinate all’oblio.

Tengo la posizione

Un corto d’animazione di Simone Massi. Un uomo non la smette di resistere, in mezzo alla neve e al silenzio, ostinatamente a tenere la posizione. Un inno alla Resistenza.

Leggi anche:

Partigiani in ogni quartiere, il grande concerto in streaming