basquiat

Basquiat, il documentario nei Cinema Mexico e Palestrina

Boom For Real: L’adolescenza di Jean-Michel Basquiat dal 10 agosto in anteprima nei Cinema Mexico e Palestrina di Milano. Nelle sale dal 12 agosto

Samo torna al cinema. Il documentario Boom For Real – L’adolescenza di Jean-Michel Basquiat di Sara Driver, sulla straordinaria vita dell’artista, writer e pittore statunitense, sarà presentato in anteprima nazionale a Milano dal 10 agosto nei cinema Mexico (via Savona, 57) e Palestrina (via Giovanni Pierluigi da Palestrina, 7), distribuito da Wanted Cinema e Feltrinelli Real Cinema in occasione del trentennale della sua scomparsa. 

Il film celebra l’umanità di Jean-Michel, non la sua mitizzazione. A trent’anni dalla sua morte è considerato uno degli artisti più influenti del ventesimo secolo. Non solo fu un artista straordinario ma si inserì prepotentemente nel mondo dell’arte che fino ad allora era riservato alle persone bianche. (Sara Driver)

Molto più di un semplice artista, Basquiat, il pupillo di Andy Warhol (su di lui vi consigliamo anche il film di Julian Schanbel, Basquiat, appunto, con David Bowie nei panni di Warhol) ha segnato un’epoca. Il documentario è una riflessione su come l’ambiente, la scena artistica, le sue frequentazioni e i movimenti culturali abbiano plasmato l’artista morto per overdose il 12 agosto 1988. La Driver, con una serie di immagini, parole, musiche, testimonianze, apre una finestra sulla vita di Basquiat e sulla violenta – per lui – città di New York dal 1978 al 1981, raccontando di come il giovane artista americano abbia assorbito tutto quello che girava freneticamente intorno a lui, trasformando lo spazi pubblico in qualcosa di unico, con il suo stile.

Basquiat manifesto
Basquiat, il manifesto del documentario al cinema

Samo comincia a dipingere proprio per le strade di New York una serie di graffiti con le sue dichiarazioni enigmatiche e quelle lunghe frasi ripetute, a volte una protesta, altre, invece, semplici messaggi. In poco tempo diventa uno degli artisti più celebri della sua generazione, fino ad essere riconosciuto come una vera e propria icona di quel tempo, di ogni sfaccettatura: politica, hip-hop, punk, civile, sociale e impegnata per i diritti civili e le questioni razziali.

Al cinema Mexico e al Palestrina dal 10 agosto. Nelle sale dal 12 agosto.

Scopri anche:
Bohemian Rhapsody: il biopic su Freddie Mercury al cinema