milanodabere.it

Aspettando Godot

CHIACCHIERE SURREALI– Didi (Vladimiro) e Gogo (Estragone) fanno la loro comparsa sul palco in maniera silenziosa. Cominciano un dialogo fitto, sullo sfondo le montagne ed un salice che a detta di Gogo “ha smesso di piangere“. Mentre Gogo si massaggia un piede dolente, Didi è un fiume in piena: “Hai mai letto la Bibbia?“, chiede al disinteressato compagno di sventure. Certo, se Godot si presentasse all’appuntamento finirebbero queste chiacchiere surreali. Ed ecco che sulla scena appaiono Pozzo ed il fido Lucky: Didi e Gogo, dapprima spiazzati, cercano di instaurare un rapporto con i due neoarrivati, ma c’è ben poco da fare. Pozzo fuma la pipa mentre Lucky a distanza gli tiene le valigie: guai a chiedergli perchè non le appoggia.

UN SENSO C’E’ – Pozzo e Lucky se ne vanno, Didi e Gogo tornano a ragionare su Godot in un lungo gioco metaforico: quando il Ragazzo annuncia che Godot ha rimandato tutto a domani, i due non sembrano troppo affranti. Chiedersi che senso abbia quest’attesa li farà arrivare a domani, e farà uscire di sala il pubblico con qualcosa su cui ragionare. Tutto questo è Aspettando Godot.