Palazzo Marino Sala Alessi

Visite guidate a Palazzo Marino: come prenotare

Palazzo Marino offre un servizio di visite guidate gratuite. Per andare alla scoperta di un palazzo ricco di arte e di storia, sede istituzionale del Comune di Milano. Come prenotare

Palazzo Marino offre un servizio di visite guidate gratuite al suo interno. Un’occasione a dir poco magica, per scoprire uno dei palazzi più importanti di Milano, sede del Comune. Fondato a metà del 1500 su progetto dell’architetto perugino Galeazzo Alessi, il palazzo deve il suo nome al committente, il commerciante Tommaso Marino, genovese, ricco, ambizioso, che lo fece progettare per farne ‘semplicemente’ la sua abitazione. Un trionfo di arte e di storia, tutto da scoprire. All’interno del quale, fino al 13 gennaio, si può ammirare L’adorazione dei Magi, capolavoro del Perugino (qui per i dettagli).

Milano segreta: alla scoperta dei tesori nascosti della nostra città

Visite guidate gratuite a Palazzo Marino: le informazioni utili

È possibile visitare il palazzo di piazza Della Scala 2 su prenotazione e solo nei giorni feriali. La visita è gratuita e si può prenotare ai numeri 02 884.56617 / 52654 oppure inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica DSCOM.VisitePalazzoMarino@comune.milano.it.

Tante le sale da visitare e che lasciano senza fiato. Come la Sala delle Tempere, proprio all’entrata del palazzo. Per lasciarsi incantare dalla carta in tromp-l’oeil che simula gli antichi cuoi di Cordoba. Ancora, qui si possono ammirare quattro grandi tele seicentesche con scene di vita dei santi Pietro e Paolo, probabilmente l’opera di un ignoto pittore romano. Oppure, la Sala degli Arazzi, con i suoi tessuti antichi o la Sala della Resurrezione con i suoi preziosi affreschi.

Milano da scoprire: 5 luoghi insoliti che (forse) non conosci QUI

Le visite guidate gratuite a Palazzo Marino sono anche l’occasione per scoprire Sala Alessi. Si tratta del salone d’onore dove, sotto il cornicione, si trovano dodici affreschi con le Nove Muse e gli dei Apollo, Bacco e Mercurio. Due grandi busti posti ai portali rappresentano Marte e Minerva. Alcuni bassorilievi in coccio pesto narrano storie mitologiche.

La Sala Gialla, con il damasco alle pareti e il suo lampadario di cristallo di Boemia oppure ancora la Sala Verde, la più famosa di Palazzo Marino per aver dato i natali a Marianna de Leyva, altrimenti conosciuta come la Monaca di Monza. Il cortile d’onore, lo scalone, il loggiato, la Sala dell’Orologio sono altre stanze affascinanti da vedere, prenotando una visita gratuita. Un’occasione da prendere al volo.

Scopri anche:

Palazzo Reale da record, tra i 100 musei più visti al mondo
I Bagni Misteriosi di De Chirico, nel giardino della Triennale
Milano da scoprire: dall’albergo diurno sotterraneo ai fenicotteri rosa