Vigili di quartiere al fianco degli anziani contro le truffe

Proseguono le attività della Polizia locale al servizio degli anziani per metterli in guardia dalle truffe più comuni e fornire loro gli strumenti migliori per prevenirle e contrastarle. Entra in attività un nuovo servizio grazie all’impegno dei Vigili di quartiere di tutti i municipi della città

Una nuova iniziativa, dopo gli incontri organizzati lo scorso anno, che si adatta all’attuale impossibilità di organizzare momenti in presenza dedicati agli anziani. – Commenta così la vicesindaco e assessore alla Sicurezza Anna Scavuzzo -. L’obiettivo è sempre quello, partendo dalla conoscenza di casi e modalità di raggiro, di ridurre il rischio di incappare in truffe. Oltre a ricordare a tutte le persone potenzialmente a rischio che non sono sole e che denunciare ed essere aiutati è possibile e molto utile”.

Il servizio, che proseguirà fino alla fine dell’anno, prevede 280 interventi distribuiti su 11 settimane. Mattina e pomeriggio. Nelle località maggiormente frequentate dagli anziani. Zone individuate dai comandi decentrati della Polizia locale. Per esempio i mercati rionali, gli uffici postali, le adiacenze delle chiese.


Come funziona il servizio

Ogni pattuglia ha con sé un totem con il logo della campagna informativa contro le truffe agli anziani. Così facendo, avvicinando le persone, spiega loro alcuni semplici accorgimenti per evitare truffe e raggiri. E naturalmente anche come richiedere aiuto, consegnando loto un volantino con tutte le informazioni.

Gli agenti, un centinaio quelli coinvolti, informano gli anziani sia sul numero telefonico di pronto intervento (112) sia sui contatti con il Pool Antitruffe e con il sostegno psicologico, qualora siano già stati vittima di reato. Infine, viene ricordata anche la possibilità di accedere a un’assicurazione gratuita per le vittime di truffa.