milanodabere.it

Storie di Franciacorta

Quando si diventa grandi bisogna festeggiare alla grande. E l’azienda Ronco Calino di Torbiato di Adro, nell’amena , ha spento le dieci candeline durante una splendida serata giocata in casa lo scorso 29 giugno. Paolo Radici, il titolare, era presente e con lui centinaia di invitati e quattro protagonisti: i millesimati 1996, ’97, ’98 e ’99. Quattro creature dorate dal finissimo perlage, perfette per suggellare un’occasione importante con un tocco di eleganza. A sua volta sublimata da leccornie a portata di boccone preparate dallo Mauro Uliassi (arrivato direttamente da Senigallia con brigata al seguito): tagliatelle con seppie e alghe, filetti di triglia con avocado, gamberi con crema di patate, lasagnetta di pesce, fritto di mare, babà alla crema con ananas e crema di caffè con panna.

BOLLICINE & CO – Assolutamente chic, la maison vitivinicola è amabilmente sita fra dolci colline lussureggianti di viti. Per monsieur Radici quello di divenire produttore era un sogno nel cassetto. Felicemente avverato e suggellato da nettari di eccellenza. Quarantamila bottiglie all’anno suddivise in brut, satèn e millesimati per quanto riguarda le bollicine docg, Terre di Bianco e SottoBosco (un cru proveniente dal vigneto omonimo) per i bianchi fermi e Pinot Nero del Sebino l’Arturo e Terre di Franciacorta Rosso per i rossi. Nettari rubicondi a parte, la cui qualità è tutta da sperimentare, sono le etichette spumeggianti a rappresentare il fiore all’occhiello, merito di caratteristiche ben precise: complessità aromatica data dal prolungato affinamento sui lieviti (minimo trenta mesi), remuage rigorosamente eseguito a mano, freschezza acidica data dalla ritardata maturazione dei grappoli e la conseguente possibilità di vendemmiare in un periodo più fresco. Senza poi nulla togliere alle tecnologie all’avanguardia di cui si fregia la cantina (via Fenice, località 4 Camini, Torbiato di Adro, Brescia, tel. 030 7451073, www.roncocalino.it).

DORMIRE TRA LE VIGNE – E dopo l’incontro con Bacco si può sostare per la notte all’agriturismo Solive, a Nigoline di Corte Franca, a pochi chilometri da Torbiato di Adro. Un posticino tranquillo fatto di ampi porticati, spazi all’aperto e ambienti interni impreziositi da pavimenti originari di quella che a suo tempo fu una cascina con tanto di stalle e fienili. Ora trasformati in tante sale e salette nonché sei camere (40 euro la singola e 70 euro la doppia, più colazione) e due appartamenti (da 80 euro). E se la colazione del mattino delizia a ritmo di crostate appena sfornate, sono il pranzo (11 euro) e la cena (prezzo medio 25-30 euro) gli altri due appuntamenti golosi da non perdere. Ricco di specialità locali, il menu invita all’assaggio: risotto al Franciacorta, ravioli fatti in casa, arrosto Solive (con uvetta e olive e servito con patate e polenta) e, dulcis in fundo, torte caserecce. Il tutto annaffiato dai dell’azienda stessa (via Calvarole 15, Nigoline di Corte Franca, Brescia, tel. 030 9884201, www.agriturismosolive.com).


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/milanodabere.it/public_html/wp-content/themes/milanodabere/functions.php on line 148