Piccoli scolari pronti a imparare

Scuole chiuse in tutta Italia fino a metà marzo

Scuole chiuse in tutta Italia fino a metà marzo. Basta baci, abbracci e strette di mano. Fortemente consigliato lo . Le decisioni di fronte all’emergenza

Le nuove regole di fronte all’allarme Coronavirus e all’emergenza sanitaria che stiamo vivendo in questo periodo. Mantenere una distanza di almeno un metro dalle altre persone. Niente abbracci o strette di mano, evitare i luoghi affollati. Scuole chiuse in tutta Italia, di qualunque ordine, fino a metà marzo. Eventi sportivi a porte chiuse. Accessi limitati all’interno degli ospedali e così via.

Scuole chiuse in Italia e altre misure restrittive

Il governo ha deciso per la chiusura di tutte le scuole e gli atenei fino a metà marzo. Questo è quanto emerge dalla riunione tra il premier e i ministri e che prevede un vero e proprio cambiamento dei nostri stili di vita. Si deciderà, comunque, nelle prossime ore, in via definitiva quanto fino a questo momento è solo una proposta.


Nessuna decisione sulle scuole è stata presa, non c’è la chiusura al momento. Abbiamo chiesto al comitato tecnico-scientifico una valutazione, un parere se lasciare aperte le scuole o se chiuderle che sia proporzionale allo scenario epidemiologico del paese in questo momento. Questa decisione arriverà nelle prossime ore“. Questa la dichiarazione della ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina.

Leggi anche

La nostra intervista alla virologa Sismondo (Sacco): serve calma e razionalità
Coronavirus, tutte le informazioni da sapere
Un giro tra i locali di Milano, la nostra testimonianza
Esiste un’App per rimanere sempre aggiornati circa l’emergenza sanitaria
Scuole chiuse, riaprono però mostre, biblioteche e musei se pur con misure restrittive
Lo smart working funziona? Voce ad alcune esperienze
Scuole chiuse, universitari a casa: come ci si sente? La testimonianza