Sciopero trasporti ATM Milano

Nuovo sciopero nazionale trasporto pubblico a fine giornata

Oggi giovedì 18 giugno sciopero nazionale del trasporto pubblico locale e ATM a fine giornata e fino a sera. Tutte le informazioni e i possibili disagi

Si ritorna agli scioperi ATM e non solo. Oggi, giovedì 18 giugno, l’Unione Sindacale di Base (USB Lavoro Privato) ha proclamato infatti uno sciopero nazionale del trasporto pubblico locale ATM di quattro ore. Una mobilitazione volta alla “Tutela della salute e sicurezza dei lavoratori e della collettività nella Fase 2. Nessuna misura a sostegno dei lavoratori del TPL varata dal Governo. Ripubblicizzazione dei servizi essenziali”. Queste le motivazioni che si leggono sul sito dell’azienda di trasporti. A livello territoriale, USB Lavoro Privato Lombardia, in adesione alla proclamazione nazionale, ha indicato le modalità che variano da città a città.

Linee ATM

A Milano l’agitazione del personale viaggiante e di esercizio sia di superficie sia della metropolitana è prevista dalle ore 18 e fino alle ore 22. L’azienda di trasporti pubblici raccomanda di pianificare con largo anticipo i vari spostamenti in modo tale da evitare maggiori tempi di viaggio nel pomeriggio. Si ricorda inoltre che, per mantenere il distanziamento su treni e banchine, in metropolitana gli ingressi sono scaglionati con la chiusura temporanea dei tornelli. In superficie, potrebbe essere necessario aspettare più vetture prima di poter salire a bordo.


Linee AGI e Star Lodi

Potranno subire ritardi e cancellazioni le linee 201, 220, 222, 230. 328, 423, 431, 433. Saranno garantite le corse in partenza dai capolinea e indicate negli orari pubblicati. Dall’inizio del servizio fino alle ore 19 e dalle 23:01 fino al termine del servizio. Potrebbero non essere garantite tutte le corse in partenza dalle ore 19:01 alle 23.

Infine, potrebbe subire anche ritardi e cancellazioni, dalle ore 18 e fino alle 22, la linea 965 Pioltello – Milano.

Leggi anche:

Reinventing cities: 61 proposte per cambiare 7 siti di Milano
Riqualificazione di Parco Monte Stella
Le cinque nuove aree pedonali di Milano