Nuove regioni a zona rossa, arancione e gialla da domenica 15 novembre

Cambia ancora lo scenario in Italia a partire da domenica 15 novembre. Milano e la Lombardia restano in zona rossa ma nuove regioni diventano a rischio medio alto, passando dalla fascia gialla a quella arancione e altre regioni ancora ad allerta rossa

Si aggiorna la lista delle regioni in Italia suddivise in tre zone in base al rischio di contagio da Covid 19, così come previsto dall’ultimo Dpcm. Alcune zone d’Italia infatti vedono peggiorare la loro condizione. Per questo motivo da zone a rischio moderato, quindi gialle, diventano a rischio medio alto, quindi arancione. Decisioni prese dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità. La nuova suddivisione delle regioni è valida a partire da mercoledì 11 novembre, e per almeno 14 giorni, quindi fino al 25 novembre. La Lombardia rimane nella fascia più critica, in cui vige una condizione di semi lockdown.

Aggiornamento del 15 novembre:

Toscana e Campania sono ora regioni in zona rossa. Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche diventano zona arancione. Ordinanze in vigore da domenica 15 novembre.


Ecco come sono suddivise ora le zone in base alla lista aggiornata

Le zone rosse sono: Lombardia, Calabria, Valle D’Aosta, la Provincia Autonoma di Bolzano, Piemonte, Campania e Toscana. Le regioni in zona arancione: Abruzzo, Basilicata, Liguria, Puglia, Sicilia, Umbria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche. A rischio moderato (gialla): Lazio, Molise, Provincia Autonoma di Trento, Sardegna e Veneto.

Leggi anche:

Nuovo Dpcm, Milano e Lombardia sono in zona rossa
Cosa si può fare e cosa no a Milano e in Lombardia con il nuovo Dpcm
Quali mercati rimangono aperti a Milano in questo periodo
The Covid Dilemma, la campagna di Regione Lombardia
Duomo di Milano: i nuovi orari e le nuove disposizioni a seguito del nuovo decreto
Coronavirus a Milano, salta la Prima della Scala
Emergenza Coronavirus a Milano, saltano anche gli Oh Bej! Oh Bej!