area b milano

Milano zona rossa: sospensione Area C e posteggi strisce blu

Il nuovo DPCM che contiene le misure di contenimento del contagio a livello nazionale e ulteriori misure, più stringenti, per le aree ad alto rischio. Fra queste anche la e quindi Milano in zona rossa. In previsione il sindaco della nostra città comunica la sospensione dell’Area c e del pagamento dei posteggi all’interno delle strisce blu

Una notizia che rimanda ai ricordi del lockdown della scorsa primavera, anche se questa situazione dovrebbe essere meno claustrofobica della prima. Il nuovo Dpcm in atto, in vigore dal 5 novembre, contiene misure ancora più stringenti e non sarò però di certo un periodo facile per le zone ad alto rischio come la Lombardia e come Milano, quindi, in zona rossa.

Alla luce di questi nuovi provvedimenti interviene il sindaco Beppe Sala. “Continuerò a battermi affinché gli aiuti a favore di tutte le categorie penalizzate dalla chiusura vengano immediatamente erogati. Per questo sono pronto da subito a farmi portavoce delle loro istanze in tutte le opportune sedi. Nel frattempo ho dato mandato di sospendere il pagamento di Area C e dei parcheggi sulle strisce blu“. Così fa sapere sui social il primo cittadino nella mattinata del 4 novembre, alla vigilia della messa in atto del nuovo decreto.


Tutti i provvedimenti dal 6 novembre a Milano e in Lombardia QUI

Circa Milano in zona rossa così come tutta la Lombardia Sala posta quanto segue. “Come ho sempre detto, le decisioni del Governo vanno rispettate e applicate. La tutela della salute dei cittadini è il primo bene da proteggere e noi continueremo a lavorare perché queste disposizioni siano osservate da tutti i milanesi.
Si tratta certamente di misure severe.

Accolgo con favore la conferma delle lezioni in classe per gli studenti fino alla prima media. Non posso non dispiacermi per i ragazzi e le ragazze che non potranno frequentare i loro istituti scolastici. La scuola in presenza, per il suo valore educativo e sociale, resta una delle risorse principali da preservare.

Continuerò a battermi affinché gli aiuti a favore di tutte le categorie penalizzate dalla chiusura vengano immediatamente erogati. Per questo sono pronto da subito a farmi portavoce delle loro istanze in tutte le opportune sedi. (…) Milano anche questa volta rispetterà le decisioni del Governo e lavorerà unita per uscire al più presto da questa difficile situazione. Ogni giorno da Palazzo Marino mi assicurerò che ciò avvenga“.

Leggi anche:

A Milano apre il secondo hotel anti Covid: QUI

Nuovo Dpcm: cosa si può e cosa non si può fare

Tutte le Breaking News QUI